ATTENZIONE: LEGGI BENE!!!!! IL BLOG SI E’ SPOSTATO

 

ATTENZIONE:

IL BLOG EGITTIAMO HA TRASLOCATO SUL SITO

www.egittiamo.it

La nostra mail rimane

menevadoasharm@libero.it


 


UNA GIORNATA COMPLETAMENTE DIVERSA

Voglio parlarvi di una destinazione a circa un’ora da Sharm in cui potete passare una giornata assolutamente diversa dalle solite, di cui nessuna guida turistica parla, calati magicamente in un’atmosfera surreale.

Vi sto parlando delle Terme di Mosè, una struttura che si trova a El Tur, cittadina egiziana lontana da ogni circuito turistico! A El Tur vivono principalmente quattro diverse tribù beduine. Dopo aver visitato la chiesa Copta che merita una breve sosta, dirigetevi ai Bagni di Mosè, o Terme di Mosè! La leggenda vuole che le acque termali furono fatte sgorgare da Mosè grazie al suo bastone.

Appena entrati verrete avvolti da una gradevolissima sensazione di pace e di tranquillità. Il parco è un bellissimo palmeto costantemente ventilato da una piacevole brezza proveniente dal mare. Dopo esservi cambiati nelle cabine a disposizione degli ospiti, potrete sdraiarvi nel prato sempre ben curato o sedervi sotto un’ombrellone. Non essendoci sdraio è opportuno che vi portiate degli asciugamani.

La sorgente è ubicata sotto una cupola di bella fattura con finestre dal tipico stile arabo.
L’acqua ha una temperatura molto gradevole. Potrete immergervi scendendo la scalinata in pietra e sedervi sulla seduta che corre tutto attorno alla piscina. Restate immersi tranquillamente godendovi il refrigerio e ammirando la cupola in pietra che vi sovrasta.

Nessuna musica, nessun bimbo che urla, solo il sommesso gorgoglio dell’acqua che va ad alimentare una seconda piscina esterna piastrellata e posta sotto il sole!

E dopo questo rilassante immersione nelle acque termali potrete nuovamente distendervi all’ombra delle palme o al sole. Nessuno vi disturberà, nessuno vi chiederà di comprare qualcosa.  Solo voi e questo sconosciuto impianto termale.

Le acque delle terme sono curative per chi ha problemi di dermatiti o eczemi.

Se non sieta ancora stanchi di silenzio e di tranquillità, prima di tornare nella bolgia fatevi accompagnare a visitare anche le terme del Faraone. Si tratta di una grotta naturale ai piedi della montagna che offre vapori e fanghi sulfurei. Luogo ideale per chi ha problemi alle vie respiratorie, della pelle e dolori articolari. Una sosta nella grotta è indicata a tutti ma si raccomanda coloro che soffrono di cuore o di pressione bassa di utilizzare un po’ di cautela.

AFFITTARE UNA VILLA AL CORAL BAY CON MENO DI 50EURO AL GIORNO!

Ecco una soluzione di vacanza veramente per tutti!
Non vi piacerebbe affittare un villa nello splendido Coral Bay?

Bene, uno degli iscritti al blog affita la sua villa dotata di due camere da letto matrimoniali, due bagni, soggiorno (con divano letto due posti) cucina attrezzata con tutto l’occorrente

Se la villa viene affittata da 4 persone per una settimana il costo è di 50 euro al giorno a testa, se si è in sei il costo scende a 33 euro a testa! Due coppie con due bambini potrebbero veramente approfittare di questa opportunità!
A vostro carico anche le spese di pulizia di fine soggiorno e i consumi, ma di questo potete parlarne direttamente col proprietario che sarà più esaustivo.

Certo una soluzione più dispendiosa rispetto ai normali pacchetti turistici low cost, ma veramente tutta un’altra cosa!

Oltre ai costi segnalati dovrete calcolare il costo dell’aereo e il mangiare, ma vi assicuro che andare a Sharm a comprare il pesce in pescheria e farsi delle belle grigliate in giardino tra amici, non ha prezzo!

Il gusto di cucinarsi un bel sugo a base di pesce e organizzarsi una bella spaghettata tra amici secondo me supera di gran lunga qualsiasi ristorante. E se proprio volete andare al ristorante ma non vorreste andarci con i bambini, avrete la possibiltà di prenotare una baby sitter (a pagamento ovviamente!)

E poi godersi la casa, il suo giardino , il soggiorno, beh, tutte cose che hanno indubbiamente un valore!

Da aggiungere che affittando la villa avrete diritto a tutti i vantaggi di cui godono i proprietari:
navetta quotidiana gratuita per Sharm e Naama Bay (su prenotazione)
sconto del 40% nei ristoranti del Coral
sconto all’Elisir
sconto al diving per immersioni
possibilità di accedere alle spiagge anche nelle zone riservate ai proprietari, molto meno affollate

Quindi se volete maggiori informazioni contattate direttamente il proprietario mandandogli una mail all’indirizzo:    coral.67001@gmail.com

Nel caso altri volessero mettere in affitto le proprie soluzioni abitative, al Coral ma non solo, mi contatti in privato su facebook o mandandomi una mail a: supertroll63@email.it

POCHI EURO PER UN’IMMERSIONE PIU’ SICURA

Due piccoli consigli per gli amici subaquei!

Tutti i sub spendono centinaia e migliaia di euro per acquistare attrezzature molto costose.
Jacket, erogatore e computer la fanno da padrone, ma anche le pinne, la maschera, la muta, costano parecchio e alla fine un’attrezzatura completa ha un costo decisamente rilevante!

Io vado controcorrente e voglio consigliarvi l’aquisto di due oggetti il cui costo non supera i 20 euro, ma che sono fondamentali per la vostra sicurezza

Primo oggetto: la caramella.
Così in gergo è chiamata la valvola che regola il flusso dell’aria tra la bombola e l’octopus.
E’ un nottolino che costa veramente niente! Purtoppo l’uso che ne viene fatto nei diving le rende spesso assolutamente rovinate. Quindi, spendete 5 euro e compratevi la vostra caramella personale, ricordandovi di recuperarla a fine immersione! Eviterete perdite di aria dalle bombole e aumenterete la vostra sicurezza.

Secondo oggetto: lo shaker.
Esistono vari tipi di shaker. Il più comune è un cilindretto di metallo che contiene una pallina. Agitando lo shaker sott’acqua si produce un rumore udibile distintamente a decine e decine di metri di distanza. E’ utile per attirare l’attenzione del compagno il più delle volte per mostrargli un pesce o un corallo, ma in caso restiate impigliati o abbiate un problema, sarebbe veramente difficile attirare l’attenzione degli altri senza questo banale attrezzo da pochi euro!

Mettete questi due oggetti in valigia, e nel caso ve li siate dimenticati, a Sharm trovate numerosi negozi di subaquea.
Uno molto bello è stato da poco aperto all’ingresso di Old Market. Salite la scala che trovate di fronte al Sinai Star (tutti sanno dov’è!) e lo troverete al centro di un piccola zona di negozi!

BUONE IMMERSIONI

NUOVE REGOLE PER I DIVING

A Sharm el Sheikh con il nuovo anno e’ iniziato un grande cambiamento nel campo della subacquea.

20 o piu’ anni fa alcuni italiani sia in veste di imprenditori, aprendo dei diving, e sia come istruttori, offrendo sempre un ottima esperienza e professionalita’, hanno praticamente fatto nascere l’attivita’ subacquea a Sharm richiamando ogni anno migliaia di connazionali.
Da un po di tempo a questa parte le cose stanno cambiando: le nuove disposizioni delle leggi Egiziane stanno creando sempre piu’ difficolta’ ai diving stranieri. Molti hanno chiuso e molti sono allo stato di sopravvivenza a vantaggio degli imprenditori locali.

Quest’anno un nuovo cambiamento: l’obbligo per tutti quelli che lavorano nel campo della subacquea di avere un permesso di lavoro che di fatto rende impossibile poter lavorare regolarmente a molti istruttori italiani che offrivano la propria opera come freelance.
Qualcuno ha già lasciato il paese mentre altri attendono sperando in novità dell’ultimo secondo.
Nelle liste del CDWS, che abilita annualmente tutti i professionisti della subacquea, il calo degli iscritti stranieri e’ impressionante, meno del 10% rispetto ai locali (dati riferiti a fine gennaio).
Ora i posti vacanti sono stati presi da istruttori e guide locali che approfittando della nuova opportunita’ si sono sbrigati a fare corsi di italiano e corsi per diventare istruttori.
Purtroppo anche se sulla carta non risulteranno problemi per il cambio di mano nei fatti la situazione e’ preoccupante. Gia’ molte sono le segnalazioni di problemi piu’ o meno seri date da guide inesperte e moltissime sono le lamentele da parte dei turisti che in barca sono accolti con un “welcome” invece che con un sorridente “ciao, visto che sole?”

Purtroppo la realtà è che la maggior parte dei subacquei è fatta di persone che si immergono una o due volte all’anno, in occasione delle vacanze. Questa realtà unita alla inevitabile poca esperienza di molte guide egiziane, potrebbe essere causa di prevedibili tragedie!

Ricordatevi sempre che il mare è bellissimo ma molto pericoloso! Controllate sempre l’attrezzatura due volte, e immergetevi sempre in coppia, tenendo d’occhio il vostro compagno! SEMPRE, a costo di rovinarvi l’immersione!

Ricordatevi che l’incidente capita d’improvviso, non dà preavviso! Solo il continuo controllo tra voi e il vostro compagno potrebbe risolvere una situazione potenzialmente tragica, in un brutto spavento!

UN NUOVO GRUPPO SU FACEBOOK

Su facebook esistono molti gruppi che parlano di Sharm! Però sono tutti in inglese!
Da oggi ho fondato un nuovo gruppo dove noi italiani possiamo incontrarci e scambiarci velocemente notizie e informazioni.

Mi auguro che la sinergia tra gruppo di FB e questo blog, che piano piano cresce, possa aiutarci tutti a trovare informazioni e a scambiarci consigli e dritte su Sharm, sulle località del Sinai e sul Mar Rosso!

Il nome del gruppo è

Amici di Sharm el Sheikh e del Mar Rosso – Egitto