PESCI DEL MAR ROSSO: IL PESCE PICASSO

Oggi vorrei parlarvi di un dei pesci più particolari del Mar Rosso. Si tratta del Pesce Picasso, appartenente alla famiglia dei pesci balestra. Presenta un forma più allungata rispetto agli altri e la testa, completamente integrata, è di grandi dimensioni. Il pesce inoltre ha la capacità di muovere gli occhi in modo indipendente riuscendo così ad avere un maggior controllo dell’ambiente circostante potendosi concentrare su eventuali prede e predatori contemporaneamente. La bocca, che con i suoi disegni gialli accesi dà l’illusione di essere più grande, ha una dentatura potente

La livrea è molto interessante e ricorda vagamente un’opera di arte moderna, da qui il nome comune “Picasso”

La bocca è gialla, con una linea dello stesso colore che si allunga orizzontalmente fino alla pinna pettorale, raggiunta verticalmente anche da tre linee azzurre che decorano l’occhio attraversando la parte superiore della testa.

Questo pesce sfrutta i suoi aculei per agganciarsi a fessure in formazioni coralline per poter riposare anche in zone con forti correnti.

Interessanti le tecniche di caccia di questa specie che vanno dall’emettere un forte getto d’acqua per individuare prede nascoste nel fondale, al rovesciare ricci di mare facendoli cadere ripetutamente dopo averli sollevati con la bocca per poter colpire la parte meno protetta.

Nonostante centinaia di immersioni e innumerevoli tentativi, non sono quasi mai a fotografare questo pesce velocissimo e timidissimo. Infatti due sono le possibilità: o lo si fotografa da dietro perché si sta allontanando da te, o lo si fotografa di fronte perché vi sta attaccando anche se arrivato a dieci centimetri schizza via. Il problema è che la sua velocità è così elevata che è difficilissimo inquadrare e mettere a fuoco il soggetto mentre vi viene addosso!

E’ molto facile da vedere, anche da vicino per apprezzarne la splendida colorazione che sembra addirittura finta. Spesso si muovono in coppia

Nel filmato che vi invito a guardare un Pesce Picasso particolarmente collaborativo. Notate le bellissime pennellate di colore, notate i rigonfiamenti nella parte caudale, per mezzo dei quali si ancora per riposarsi.
A questo operatore interessava particolarmente il Picasso tanto che pare non accorgarsi neppure dello squaletto che gli entra perfettamente in inquadratura senza che lui se ne accorga (al secondo 30!)
Tra l’altro ho l’impressione che lo stesso squaletto, probabilmente incuriosito da tanta indifferenza, gli passi vicinissimo pochi secondi dopo!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: