UNA FOTO AL GIORNO

Negozio di frutta e verdura a Old Market – Sharm el Sheikh
Credits Danny–Boy

CARAVAGGIO: RIPOSO DURANTE LA FUGA IN EGITTO

Riposo durante la fuga in Egitto è un dipinto ad olio su tela di cm 135,5 x 166,5 realizzato tra il 1595 ed il 1596 dal pittore italiano Caravaggio. È conservato alla Galleria Doria Pamphili di Roma.

Non si conosce il committente del dipinto, ma vista l’importanza data al tema della musica, si è ipotizzato l’ambiente degli Oratoriani di San Filippo Neri.

Molti inserti di natura morta sono dipinti con l’abilità tipica di Caravaggio, e dimostrano l’assimilazione della cultura pittorica lombarda e veneta. In particolare, alcuni musicologi hanno decifrato lo spartito, e v’hanno riconosciuto un mottetto del musicista fiammingo Noel Bauldewijn, basato sul testo del CAntico dei Cantici, ove lo sposo e la sposa sono identificati con Giuseppe e Maria, ed il cui testo recita: “Io dormo, ma il mio cuore veglia” (ovvio riferimento al sonno di Maria).

Tutta la scena è permeata dalla pace e dalla serenità di un meritato riposo, pienamente intuibili grazie all’azzeccata scelta dei colori caldi, che cantano una vera e propria ninnananna. Di notevole bellezza è la postura dell’angelo musicista, che sembra dividere la scena in due parti distinte: a sinistra la vita attiva (Giuseppe che regge lo spartito), a destra la vita contemplativa (il sonno della Vergine e del Bambino). Mirabile è anche il piccolo paesaggio sullo sfondo a destra, unicum nella pittura caravaggesca insieme a quello del Sacrificio di Isacco.

UN SETTEMARI FUORI CATALOGO A SHARM!

Settemari potenzia l’offerta sul Mar Rosso con un nuovo SettemariClub: è il Sea Club Resort (5 stelle) a Sharm El Sheikh, un’acquisizione talmente recente da non essere inserita nei cataloghi ‘Estate 2010 presentati alla BIT. Con questa novità il numero delle strutture brandizzate dal tour operator sale a 34.  “Crediamo che quest’acquisizione aggiunga un tassello imprtante alla programmazione SettemariClub a Sharm El Sheikh – spiega Federico Gallo, direttore prodotto di Settemari – mancava un resort 5 stelle per famiglie. Ora ce l’abbiamo. È una struttura molto conosciuta sul mercato italiano e che siamo sicuri ci darà grandi soddisfazioni”. In totale, l’estate 2010 vedrà otto bandierine Settemari sventolare sul Mar Rosso, di cui quattro a Sharm. Il nuovo SettemariClub è all’inizio della zona di El Nabq, a soli cinque chilometri dall’aeroporto e circa venti chilometri da Naama Bay. Con i suoi servizi specifici e le piscine naturali balneabili nel reef è un resort particolarmente consigliato per le famiglie con bambini, per i quali è previsto il nuovo programma di animazione ‘Pirati dei Settemari’. La proposta extracatalogo è già stata annunciata agli agenti di viaggi ed il flyer sfogliabile della struttura è già on line sul sito http://www.settemari.it

INVESTIRE IN EGITTO CONVIENE!!

(ANSA) – ROMA, 28 MAR – Egitto, Tunisia, Russia, Usa: sono i paesi dove e’ piu’ conveniente per le imprese, italiane e no, investire o delocalizzare. Dove cioe’ costi di produzione, manodopera ed energia, sono tra i piu’ bassi al mondo. E’ la classifica (Italia esclusa) di Assocamerestero che analizza 48 Paesi. Fatto 100 il costo medio, Egitto, Tunisia e Russia hanno indici a 27,4, 42,6 e 44,5. Il Brasile, anche se di poco, e’ meno conveniente degli Usa (87,3). Bene India (71,3),meglio ancora Cina(55,1)

Mi darò da fare nei prossimi giorni per trovare altre info sull’argomento!

NUOVE RIVELAZIONI SU TUTANKHAMON

Nuovi studi aiutano a far luce sul mistero del giovane faraone Tutankhamon, morto 3′300 anni fa ad appena 18 anni.

Due test del Dna ed esami eseguiti con la TAC in un laboratorio del Cairo sulla mummia del sovrano hanno permesso di svelare la gracilità della sua costituzione fisica e che contrariamente a quanto si pensa non era stato ucciso con un colpo inferto alla testa, ma era morto a causa della malaria, malattia resa ancor più grave da una necrosi ossea al piede sinistro che gli aveva provocato diverse fratture, limitando di molto la sua capacità di camminare.
Questa diagnosi viene anche confermata dal ritrovamento nella tomba di Tutankhamon di resti di piante che esistono ancora oggi e che sono note per le loro proprietà antipiretiche e antidolorifiche.

Dalle analisi i ricercatori sono anche riusciti a determinare con esattezza i genitori del giovane sovrano. Il padre di Tutankhamon era il faraone Akhenaton, mentre Nefertiti – moglie poi ripudiata di Akhenaton – era la madre.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista dell’Associazione dei medici americani “Jama”. Lo studio internazionale è stato coordinato dall’egittologo Zahi Hawass, segretario generale del Consiglio supremo per le antichità del Cairo.

CORSO DI FOTO SUBACQUEA

Per la terza settimana di settembre stiamo valutando la possibilità di organizzare a Sharm un corso di fotografia subacquea.

Il corso, che prevede la partecipazione di istruttori fotografi professionisti, si svilupperà con lezioni di teoria e lezioni pratiche con immersioni in mare.

Verranno inoltre presentati programmi di edit delle fotografie.

Il progetto attualmente è in studio di fattibilità, pertanto se la cosa ti può interessare manda una mail con i tuoi contatti a: menevadoasharm@libero.it

IL PESCE PAPPAGALLO

Uno degli abitanti più visibili in Mar Rosso è il Pesce Pappagallo. Quasi sempre nei primi sei metri di profondità, spesso nuota, sempre vicino alla barriera, a pochi centimetri dalla superficie.
Deve il suo nome al fatto che la bocca è formata da un vero e proprio becco osseo formato dai denti saldati!
Gli esemplari presenti in Mar Rosso sono spessissimo di una tonalità verde-azzurra.
Si nutre prevalentemente di alghe e piccoli invertebrati che raschia dalle rocce con i denti modificati.

La nutrizione è semplice: il pesce con il becco, grazie ai denti, gratta via dai coralli la patina di alghe e la fa finire in gola dove verrà ridotta in poltiglia. In una zona di dimensioni pari a quella di un campo di calcio un banco di pesci pappagallo può in un anno ingerire e defecare oltre una tonnellata di alghe.
Il pesce pappagallo è un elemento fondamentale della catena alimentare delle zone della barriera corallina: egli infatti è una sorta di macchina che trasforma materiale organico vegetale in tessuto animale, alimento principale di predatori come squali e anguille.

Un pesce pappagallo avvolto nel muco per la notte

Tutta la sua giornata è spesa per procurarsi cibo, si ferma esclusivamente per mettersi in mostra, riprodursi o dormire. Questo pesce trascorre la notte in un’insenatura e si avvolge di un muco prodotto da ghiandole poste sotto le branchie. Il muco gli permette di non essere odorato dai predatori e quindi di riposare in pace. Spesso accade che un maschio dominante entri in conflitto con altri esemplari dello stesso sesso per difendere il proprio territorio. In genere il pesce pappagallo si muove in branchi, così da potersi difendere da predatori e non doversi preoccupare di altri animali dalla dieta simile.

La riproduzione del Pappagallo prevede che il maschio dominante fecondi i membri femmina a turno, mentre i maschi subordinati invece vengono allontanati; dopo alcune settimane la femmina fecondata cambia sesso e le ovaie vengono sostituite dai testicoli. In seguito si comporterà proprio come un maschio dominante riproducendosi con altre femmine. In un certo periodo i pesci pappagallo della zona si riuniscono e depongono uova galleggianti in massa (ovideposizione di massa) così da avere maggiori possibilità di sopravvivenza.

CURIOSITÀ: se in immersione o facendo snorkeling vi capita di vedere un Pesce Pappagallo che “rosicchia” la barriera, restate immobili e ascoltate! Sentirete distintamente il rumore del poderoso becco che rosicchia e sminuzza pezzi di corallo!

FOTOSUB: Il Pesce Pappagallo è un soggetto molto fotogenico per i suoi colori. E’ mediamente sfuggente, pertanto non facilissimo da fotografare. La foto diventa relativamente facile se scattata mentre rosicchia, ma inevitabilmente lo fotograferete di spalle o meglio di coda!

CURIOSITÀ BIS: Girellando nel web ho trovato questo link dal quale potete scaricare sfondi per il vostro pc (ossia foto in alta definizione!)  in cui il soggetto è il Pesce Pappagallo:
http://www.superedo.it/sfondi/sfondi_mare-sfondi_pesce_pappagallo-p1.htm