ALESSANDRIA, RINVENUTO IL TEMPIO DEDICATO ALLA DEA BASTET

Un team composto da archeologi egiziani ha rinvenuto nei pressi di Alessandria d’Egitto le rovine di un antico tempio dedicato alla dea egizia Bastet, divinità del culto solare raffigurata con il corpo di donna e la testa di gatto (venne rappresentata interamente con il corpo di gatto a partire dal 1000 a.C.).

La struttura del tempio, elevato durante il regno di Tolomeo III, il re che governò l’Egitto dal 246 al 222 a.C., occupa una superficie lunga una sessantina di metri e larga circa 15.
Vista la mancanza di molte pietre in punti particolari, gli archeologi ritengono che in epoche successive la costruzione doveva sicuramente aver subìto diverse distruzioni, per essere poi usata come riserva di materiale per nuove costruzioni.

Accanto alle rovine del tempio sono state rinvenute centinaia di statue databili all’epoca tolemaica, di cui molte raffigurano la dea Bastet.

RIMBORSI AEREI

L’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac) ha il Numero Verde 800 898121 e il sito http://www.enac-italia.it. L’Enac ricorda che, in base alla Carta dei diritti del passeggero, quando un volo viene cancellato la compagnia aerea «deve offrire al cliente la scelta tra il rimborso del prezzo del biglietto e l’imbarco su un volo alternativo, il prima possibile o in una data successiva più conveniente per il passeggero». Se la compagnia anziché i soldi offre un voucher, accettare questa soluzione come rimborso «rimane nell’esclusiva facoltà del passeggero», che dunque non è obbligato. Oltre a questo, il cliente che sceglie l’imbarco su un volo alternativo il prima possibile (non, ovviamente, in caso di rinvio a più lungo termine) ha diritto a ricevere, mentre aspetta, pasti, bevande, sistemazione in albergo, trasferimenti da e per l’aeroporto e può fare due telefonate.

L’Enac aggiunge che «nella situazione in esame, trattandosi di cancellazioni derivanti da circostanze eccezionali, il passeggero non ha diritto alla compensazione pecuniaria e ad eventuali risarcimenti danni», come sarebbe invece regola.

DANNI – Secondo il quotidiano economico Sole24Ore, queste le stime dei danni economici:
Turismo: subirà in Italia un danno di 10 milioni di euro al giorno.
Alimentari: 12 milioni al giorno per il Nord Italia, con aumenti dei prezzi dei generi alimentari al mercato.
Compagnie aeree: 150 milioni per le compagnie aeree europee.
Totale danni per l’Europa: 620 milioni di euro al giorno (l’1,5% del Pil europeo giornaliero).

E BRAVI I TOUR OPERATOR SCORRETTI!!!

Trascrizione integrale tratta dal TG5 del 18 aprile ore 13

“L’unica coda alle biglietterie qui a Malpensa è quella dei voli charter, perchè i tour operator, nonostante non si parta da Malpensa hanno convocato lo stesso i loro clienti perchè chi oggi non si è presentato perderà completamente la prenotazione”

ROBA DA PAZZI!!

LA SHARM CHE NON SI VEDE…..

Nel corso di questa settimana posterò quattro meravigliosi scatti realizzati da Tiziano Taddei, un fotografo professionista che ha gentilmente consentito la pubblicazione di queste meravigliose foto sul blog.

Le foto sono veramente belle dal punto di vista tecnico, ma spero che vi soffermiate più sul valore morale delle stesse.

Mentre noi tutti trascorriamo le nostre giornate al sole o in discoteca, pinneggiando nel più bel mare del mondo, o criticando il cibo “immangiabile” servito dall’hotel, a pochi chilometri di distanza c’è una realtà molto diversa.

Non è mia intenzione fare il moralizzatore dato che io per primo spesso ho girato la testa dall’altra parte fingendo di non vedere.

Eppure, guardando queste immagini, ci si rende conto di quanto si possa fare senza che questo intacchi minimamente il nostro benessere o il nostro portafoglio! Se prima di partire dall’Italia tutti mettessimo in valigia un paio di scarpine da bambino, una magliettina, una bambolina o un regalino qualsiasi comprato al mercato con pochi euro e ne fate dono a un cameriere del vostro hotel, varrebbe più di qualunque mancia, ve lo assicuro. Parlando con il personale dell’hotel scoprirete che quasi tutti sono ragazzi che hanno la famiglia a Il Cairo, che lavorano senza pause di riposo per 3 o 4 settimane in attesa di avere qualche giorno di ferie da trascorrere con la famiglia. Tutti o quasi hanno bimbi piccoli che vedono solo qualche giorno al mese. E se vi dimenticate di metterlo in valigia prima di partire…… a Old Market trovate di tutto, anche se vi assicuro, il cartellino stampato in italiano conferisce un valore aggiunto incredibile! Quel vestitino fabbricato in Cina, ma con cartellino italiano diventa di colpo un abito preziosissimo e molto più gradito!

Nei prossimi giorni vi parlerò degli stipendi percepiti nel favoloso Mar Rosso. Molti non riusciranno a credermi!

Ringrazio Tiziano Taddei
per la concessione di questo pregevole scatto
che ribadisco, è stato fatto a Sharm!

Spero di essere riuscito a farvi meditare!