UNA FOTO AL GIORNO

La nuova Moschea di Sharm el Sheikh

LE MIGLIORI GUIDE SUBACQUEE

Mi è stato chiesto di consigliare una buona guida subacquea acquistabile in Italia per studiarsi le immersioni prima di partire per Sharm.

Le migliori guide per le immersioni in Mar Rosso sono… italiane!

Geodia edizioni che ha pubblicato tre differenti guide: Sinai, Sharm el Sheikh e Hurgada

Che siano le migliori in commercio non c’è assolutamente dubbio dato che questa guida è utilizzata da TUTTI gli istruttori e da tutte le guide. Ogni volta che dovrete fare un breafing la guida vi mostrerà uno di questi volumi.

Girellando nel web alla ricerca della foto e dell’editore di questa guida che conosco benissimo avendola acquistata, ho scoperto una vera chicca!

Sfogliando le guide si aprono paginone nelle quali con dovizia di dettagli, con una eccezionale chiarezza e una chiarissima prospettiva, vengono descrtte le immersioni nel dettaglio.
I più curiosi si saranno chiesti con che programma di computer grafica siano state realizzate queste straordinarie immagini.
Ebbene, il programma si chiama Stefania Cossu, una ragazza che si è letteralmente inventata un mestiere con un successo veramente meritato! In prima persona ha visitato i siti di immersione descritti nella guida (alla faccia del lavoro!!ehehe) e accompagnata dal fotografo Manfred Bortoli hanno realizzato queste bellissime guide.
Praticamente tutto quello che si può trovare di stampato come guida per le immersioni in Mar Rosso è passato dalle sue mani!

Se siete curiosi potete leggere il loro curriculum e le loro pubblicazioni cliccando qui

Formato 17×24 cm
144 pagine (di cui 36 a finestra)
Carta patinata lucida da 170 g/mq

Lingue disponibili:
italiano, inglese, te
desco.

.

.

.

.

.

IL MIO CONSIGLIO

Formato 17.2×25 cm
352 pagine
Carta patinata lucida da 115 g/mq
Copertina con serigrafia UV, traccia oro e rilievo.
Lingue disponibili:
italiano, inglese, tedesco.

.

.

.

.

.

Formato 17.2×25 cm
224 pagine
Carta patinata lucida da 115 g/mq
Copertina con serigrafia UV, traccia oro e rilievo.
Lingue disponibili:
italiano, inglese, tedesco.

240410  100910

LE ACQUE DEL MAR ROSSO RIEMPIRANNO IL MAR MORTO?

Il Mar Morto rischia di sparire a causa dei cambiamenti climatici. Situato tra Israele e la Giordania, lungo 76 km e largo 16, il lago ha una superficie di 650 km². Si tratta di un ecosistema da preservare in quanto unico nel suo genere negli aspetti fisici, chimici, biologici e geologici. La più nota caratteristica di questo lago è la salinità della sua acqua che aumenta con la profondità.
Questo particolare ecosistema si trova infatti in grave deficit idrico e la minor quantità d’acqua presente nel bacino del lago crea pericolose voragini,  problemi geologici, il restringimento del volume del lago, dissesti localizzati. Al problema ambientale e idrogeologico si aggiunge il problema sociale, non secondario, del necessario approvvigionamento idrico per le popolazioni israeliane, giordane e palestinesi.

A fronte di queste problematiche complesse e di diversa natura, la Banca mondiale ha predisposto e finanziato un programma di interventi finalizzato al ripristino ambientale del bacino del Mar Morto, compromesso dalla carenza d’acqua, e a generare acqua dolce – da ottenere tramite un impianto di desalinizzazione – a beneficio delle popolazioni giordane, israeliane e palestinesi. Il progetto della Banca mondiale intende portare acqua dal Golfo di Aqaba-Eilat (Mar Rosso) al Mar Morto attraverso un tunnel sotterraneo che si snoderà per 180 chilometri nel deserto. Il Tunnel attualmente risulta, fra le diverse alternative studiate, l’opzione migliore.

Nella squadra incaricata di studiare i possibili scenari sul preziosissimo e delicato ecosistema del Mar Rosso conseguenti la realizzazione del progetto, sarà una società italiana a svolgere un ruolo di primo piano. La società veneziana Thetis infatti, dopo essersi aggiudicata la gara fra diciotto concorrenti, opererà come team leader nei prossimi mesi in collaborazione con istituti ed esperti israeliani, giordani ed americani che da anni sono impegnati nello studio del Golfo di Aqaba.

La portata del tunnel che trasferirà acqua nel Mar Morto è infatti ingente, fino a due miliardi di metri cubi l’anno. Serviranno pertanto importanti opere di presa da localizzare nel golfo citato, e tale infrastruttura potrebbe avere effetti sulla circolazione delle acque del golfo, sulla qualità delle stesse, sugli ecosistemi corallini presenti e di conseguenza un impatto sul turismo, risorsa economica importanti per le aree costiere del golfo.

Il progetto che prende il nome di “Piano Oasi” ideato da Lyndon La Rouche prevede anche un altro canale che collegherà il Mar Morto al Mar Mediterraneo molto più vasto e molto più vicino al Mar Morto di quanto lo sia il Mar Rosso e con un ecosistema estremamente meno fragile.

CORSO ISTRUTTORE PADI DAL 5 AL 11 GIUGNO

Il corso di formazione Istruttori PADI e´ un meraviglioso percorso didattico nel quale imparerai come insegnare sia in aula che in acqua , crescendo come professionista al fianco di altri candidati .

Seguiti passo passo dal Course Director Alberto Calesella dal Master Instructor Filippo Molina e dagli IDC staff, sarai in grado, alla fine del corso, di affrontare con successo l’Esame Istruttori PADI (IE)

Inoltre, dopo l’esame, avrai la possibilità´ di seguire i corsi per Istruttore di Specialità’ PADI e di venir inserito a livello lavorativo nei vari Diving Center che gravitano attorno al Network Mr.DIVER o in qualsiasi altro diving center del mondo.

Sarà possibile accedere all’importante programma EXPERIENCED INSTRUCTOR SPECIALIST ove ogni candidato sarà inserito nel mondo del lavoro attraverso l’affiancamento di esperti istruttori.

PREREQUISITI

· Aver compiuto 18 anni
· Essere in possesso di un brevetto DIVEMASTER PADI o equivalente di altra didattica riconosciuta
· Aver registrato almeno 100 immersioni ed essere subacqueo da almeno 6 mesi
· Aver seguito un corso CPR e FIRST AID negli ultimi 24 mesi
· Essere in possesso di un certificato medico comprovante l’ idoneità’ all’attività’ subacquea

DOCUMENTI OCCORRENTI
1) fotocopia di tutti i brevetti
2) certificato medico
3) assicurazione ( dan o padi )
4) foto tessera

STRUTTURA DEL CORSO
Il corso si svolge a Sharm el Sheikh , presso il centro PADI IDC 5 stelle Mr.DIVER .
La durata del corso e’ fissata in 8 giorni ed e’ seguito da due ulteriori giorni che comprendono il corso EFR Instructor e Speciality Instructor.
Per chi non fosse fresco di corso Divemaster e volesse ripassare la parte di teoria della subacquea ( che sarà’ richiesta all’esame istruttori ) , c’è’ la possibilità’ di effettuare un corso preparatorio di due giorni ( PREP ) prima dell’inizio dell’ IDC.
Il corso sarà’ tenuto in Italiano, Spagnolo, Inglese e Arabo e, a richiesta, anche in altre lingue .

05-06-07-08 GIU. 2010 AI presentazione del corso, esame di teoria della subacquea, lezioni teoriche in aula, lezioni di acque confinate in piscina e circuito skills, lezioni in acque libere, valutazioni

08-09-10-11 GIU. 2010 IDC standard e procedure, lezioni teoriche in aula, esercitazioni pratiche in piscina e in acque libere, valutazioni

15-16 GIU. 2010 IE
12-13 GIU. 2010 SPECIALITY Instructor
14 GIU. 2010 EFR Instructor

N.B. Residenti a Sharm con CDWS = sconto 10%

E-mail: info@misterdiver.com
Tel. (+20) 0127364123

ANCHE SU FACEBOOK:   Corso Istruttori PADI (IDC) a Sharm El Sheikh