SCOPERTA UNA STATUA DI AMENHOTEP III

Questo annuncio è stato  fatto, con una punta d’orgoglio da Farouk Hosni, Ministro della Cultura D’Egitto: all’incirca a 600 chilomatri a sud di Il Cairo, una squadra di archeologi egiziani  ha scoperto, nella città monumentale di Luxor, una statua del faraone Amehotep III (1410-1372 a.C.).  La statua rappresenta Amenhotep assiso su un trono con al suo fianco il dio Amon, la più importante divinità di Tebe, capitale d’Egitto nel Medio e Nuovo Impero e che si ergeva nell’odierna Luxor.

Il ministro, nel comunicato diffuso dall’acronimo CSA vale a dire Consiglio Supremo delle Antichità  (CSA),  ha  precisato che  la parte posteriore di questa statua doppia in granito del  faraone, è stata  dissotterrata, nel settore ovest del Nilo proprio nelle vicinanze del tempio a lui dedicato. Del resto Amenhotep III è stato uno dei re più importanti della XVIII dinastia è  rispettivamente padre e nonno di altri due faraoni altrettanto decisivi  Akenatón e Tutankamón

La statua che misura 1,30 metri d’ altezza e 95 centimetri di larghezza, sul capo ha una parrucca e la doppia corona che simboleggia il  nord ed il  sud d’Egitto. Zahi Hawas, segretario generale del CSA, dal canto suo, in una nota ha sottolineato che la straordinarietà della scoperta: “è  una delle più belle statue, ritrovate nell’ultimo periodo, del periodo regale  faraonico: per le fattezze dei dettagli del volto di Amenhotep III”.  Nel comunicato si afferma inoltre che gli scavi proseguiranno ad oltranza nel luogo del ritrovamento per dissotterrare le parti mancanti della statua, che alla fine le daranno un’altezza di tre metri. Hawas, ha affermato che questa, in ordine di tempo è la terza statua che si scopre in quell’area, con la possibilità che, nella zona, esistano persino più statue del faraone.

L’EGITTO A COMO – F.BALLERINI E LA SUA EREDITA’

Tratto da ArcheoBlog

In occasione del centenario della morte di Francesco Ballerini il CEFB (Centro di Egittologia Francesco Ballerini) organizza sabato 9 ottobre 2010 una Giornata di Studi e una Mostra per promuovere la riscoperta non solo di un grande egittologo e orientalista italiano, ma anche di un importante cittadino comasco, poco conosciuto nella sua stessa città d’origine.

Francesco Ballerini, nato a Como nel 1877, subito dopo la laurea intraprende l’attività di insegnamento presso il ginnasio-liceo del “Collegio Gallio”. Nel 1902 inizia la collaborazione presso il Museo Egizio di Torino e fin da subito viene coinvolto nelle attività di ricerca sul campo promosse dal direttore Ernesto Schiaparelli: parteciperà a numerose missioni condotte in varie località dell’Egitto, fra cui si ricordano la Valle delle Regine, dove prese parte alla scoperta della tomba di Nefertari, e Deir el-Medina a Tebe (Luxor). L’importanza della sua attività scientifica viene riconosciuta nel 1905, quando S.M. il Re d’Italia lo nomina Cavaliere della Corona d’Italia. Nel 1910, tuttavia, una improvvisa malattia lo priva prematuramente della vita.

Gli interventi previsti per la Giornata di Studi, alla quale parteciperanno il dr. Christian Leblanc (CNRS – MAFTO, Mission archéologique française de Thèbes-Ouest), il dr. Beppe Moiso (ACME – Associazione Amici Collaboratori del Museo Egizio di Torino), la prof.ssa Patrizia Piacentini (Università degli Studi di Milano), il prof. Alessandro Roccati (Università degli Studi di Torino) e il dr. Angelo Sesana (CEFB – Centro di Egittologia Francesco Ballerini), permetteranno di ripercorrere le attività di Francesco Ballerini e le scoperte a cui diede un importante contributo, avvenute nel contesto della ricerca archeologica italiana in Egitto agli inizi del ‘900. Nella Mostra, che verrà inaugurata a conclusione della giornata, verranno esposti lettere e fotografie originali dello studioso.

Il CEFB è un’associazione di promozione culturale fondata nel 1993 dall’egittologo comasco Angelo Sesana e con sede presso il Collegio Gallio in Como. Fin dalla sua prima costituzione il CEFB opera attivamente per diffondere la conoscenza della civiltà egizia, e, dal 1997, conduce gli scavi sull’area del Tempio di Milioni di Anni di Amenhotep II (XVIII dinastia) a Luxor, la cui concessione è stata assegnata dalle autorità egiziane allo stesso Angelo Sesana.

L’evento è stato realizzato con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Como e del Comune di Como, con la collaborazione e il contributo di Amici di Como e con il contributo di ANCE, BCC Alta Brianza Alzate Brianza, Intesa San Paolo, Lions Club Brianza Host.

GIORNATA DI STUDI

Data: Sabato 9 ottobre 2010

Orario: dalle ore 9.30 alle 16.00 circa

Sede: COLLEGIO GALLIO, Via T. Gallio, 1 – Como

MOSTRA

Data: Domenica 10 ottobre – Domenica 24 ottobre 2010

Orario: tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle 18.00

Sede: COLLEGIO GALLIO, Via T. Gallio, 1 – Como

Ingresso libero

Per ulteriori informazioni:

CEFB – Centro di Egittologia Francesco Ballerini
c/o Collegio GALLIO – Via T. Gallio, 1 – 22100 COMO – ITALY
cell: 389 1798444 – Tel.: 02 468111 – Fax: 02 89079662 –
email: info@cefb.it
www.cefb.it

LA TRAMA DELL’AIDA, OPERA LIRICA AMBIENTATA NELL’ANTICO EGITTO

Ecco da dove hanno preso l’ispirazione per la serie TV Beautiful!!!!

Aida, catturata durante una spedizione militare contro l’Etiopia, è figlia del Re di Etiopia Amonasro e vive a Menfi come schiava. Gli Egizi ignorano la sua vera identità. Suo padre organizza una incursione in Egitto per liberarla dalla prigionia. Ma fin dalla sua cattura, Aida si è innamorata del giovane guerriero Radamès, che ricambia appassionatamente il suo amore.
Amneris, la figlia del Re d’Egitto, intuisce che possa essere lei la fiamma di Radamès, falsamente la consola dal suo pianto. Appare il Re assieme agli ufficiali e Ramfis che, introduce un messaggero recante le notizie dal confine. Aida è preoccupata: suo padre sta marciando contro l’Egitto. Alla fine, il Re dichiara che Radamès è stato scelto da Iside come comandante dell’esercito che combatterà contro Amonasro. Il cuore di Aida è diviso tra l’amore per il padre e la Patria e l’amore per Radamès. Danze festose e musica nelle stanze di Amneris, che riceve la sua schiava Aida e ingegnosamente la spinge a dichiarare il suo amore per Radamès, mentendole dicendo che Radamès è morto in battaglia. La reazione di Aida alla notizia la tradisce e le fa rivelare il suo amore per Radamès. Amneris, allora, la minaccia: ella è figlia del Faraone. Con orgoglio Aida dice che anche lei è figlia di re, ma se ne pente ben presto.
Risuonano da fuori le trombe della vittoria. Amneris obbliga Aida a vedere con lei il trionfo dell’Egitto e la sconfitta del suo popolo. Aida è disperata, e chiede perdono ad Amneris. Radamès torna vincitore. Marcia trionfale. Il faraone decreta che in questo giorno il trionfatore Radamès potrà avere tutto quello che desidera. I prigionieri etiopi sono condotti alla presenza del Re e Amonasro è uno di questi. Aida immediatamente accorre ad abbracciare il padre, ma le loro vere identità sono ancora sconosciute agli Egizi. Amonasro, infatti, dichiara che il Re etiope è stato ucciso in battaglia. Radamès per amore di Aida usa l’offerta del Re per chiedere il rilascio dei prigionieri. Il Re d’Egitto, grato a Radamès, lo proclama suo successore al trono concedendogli la mano della figlia Amneris e fa inoltre rilasciare i prigionieri, ma fa restare Aida e Amonasro come ostaggi per assicurare che gli etiopi non cerchino di vendicare la loro sconfitta.
Il Re etiope costringe la figlia a farsi rivelare da Radamès la posizione dell’esercito egizio. Radamès ha solo apparentemente consentito di diventare il marito di Amneris, e fidandosi di Aida, durante la conversazione le rivela le informazioni richieste dal padre.
Quando Amonasro rivela la sua identità e fugge con Aida, Radamès, disperato per avere involontariamente tradito il suo Re e la sua Patria, si consegna prigioniero al sommo sacerdote. Amneris desidera salvare Radamès, ma lui la respinge.
Il suo processo ha luogo ed egli non parla in propria difesa, mentre Amneris, si appella ai sacerdoti affinché gli mostrino pietà. Radamès viene condannato a morte per tradimento e sarà sepolto vivo. Amneris maledice i sacerdoti, mentre Radamès viene portato via. Aida si è nascosta nella cripta per morire con Radames. I due amanti accettano il loro terribile destino, dicono addio al mondo e alle sue pene, e aspettano la morte.

NOTIZIE IN PILLOLE

Scoperta una statua del faraone Amenhotep III

Il Cairo, 2 ott. (Ap) – Gli archeologi hanno scoperto il torso di una doppia statua di granito del faraone Amenhotep III, risalente a 3.400 anni fa: il ritrovamento è stato effettuato nella località di Kom el-Hittan, a Luxor, sul sito del tempio funerario del monarca.

La statua – alta 1,3 metri – rappresenta il faraone seduto su un trono, accanto dal dio tebano Ammon e con indosso la doppia corona dell’Alto e del Basso Egitto; Amenhotep III (noto anche come Amenophis e Memnone per gli storici greci) regnò per circa 30 anni e fu il nonno del celebre Tutankhamen.

Si tratta della terza doppia statua ritrovata nel sito; la più famosa, nota come “I colossi di Memnone”, presentava una particolarità che al rese celebre nell’antichità: probabilmente a causa dell’espansione della pietra con cui era stata costruita “cantava” quando la mattina veniva illuminata dai raggi solari.

* seguirà approfondimento

.

Egitto eliminato dai mondiali di pallavolo

La sconfitta per 3-1 contro la Spagna è stata determinante per l’avventura egiziana nei mondiali di Pallavolo in svolgimento in Italia.
L’Italia, battuta la Germania con un secco 3-1 ha proseguito il suo cammino battendo con lo stesso punteggio anche Porto Rico
Gli azzurri approdano alla successiva fase del mondiale e giocheranno la prossima partita a Roma (martedì Stati Uniti e mercoledì Francia)

.

Al via i mondiali di salvamento ad Alessandria d’Egitto

A partire da martedì prossimo inizieranno i Campionati del Mondo di Salvamento ad Alessandria d’Egitto e la nazionale azzurra sta ultimando gli allenamenti prima di partire alla volta della città egizia. L’ultima volta che ci siamo presentati a questa competizione era il 2008 e i ragazzi guidati da Antonello Cano hanno raggiunto un esaltante terzo posto, che, come dichiarato dal coach, deve essere il primo passo di una grande rincorsa.
L’Italia può sicuramente schierare una serie di atleti di grandissimo valore. Basti pensare che dei 12 convocati, ben cinque sono primatisti europei e quattro lo sono mondiali

.

Questo pazzo pazzo clima

Piogge torrenziali negli USA, gran caldo in Egitto e Iaraele, gelo notturno in Scandinavia!
I meteorologi devono in continuo aggiornare la pagina dei record! Record di caldo nei paesi africani, record di precipitazioni in Europa e NordAmerica.

Caldo intenso in Egitto mercoledì 29 settembre e giovedì 30 settembre. Queste alcune massime: Abu Simbel 43,8°C, Assuan 43,4°C, Dakhla e Kharga 42,8°C, Luxor 42.0°C, Asyut 40,4°C, Siwa 40,0°C, Marsa Matruh 39,8°C, Minya 39,0°C, Il Cairo 36,6°C.

.

A Rovereto al via Archeofilm

21ª edizione della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico, nata in seno al Museo Civico di Rovereto, presentata ieri alla stampa. Straordinaria manifestazione, accreditatasi nel tempo come la maggiore a livello mondiale, divenuta punto di riferimento per storici, registi, ricercatori, ma anche semplicemente per gli appassionati del settore, la Rassegna prenderà il via lunedì 4 (tutte le proiezioni, ad ingresso libero, si terranno nell’Auditorium «Melotti», al Mart di Corso Bettini) e per sei giorni inonderà la città dei prodotti cinematografico-documentaristici più belli e curati del mondo. Si concluderà sabato 9 con la cerimonia di premiazione del film vincitore. E come di consueto anche il pubblico potrà assegnare il proprio premio al lavoro più apprezzato.

* seguirà approfondimento

.

Gianluca Genoni: nuovo record a -152 metri in apnea!!!

Zoagli (Genova), 2 ott. – Nuovo record di immersione per il 42enne Gianluca Genoni che, questa mattina, e’ sceso a -152 metri in quattro minuti e venti secondi. Il recordman, che ha messo a segno il sedicesimo primato, ha usato uno scooter subacqueo sia per la discesa sia per la risalita. La macchina, che nei giorni scorsi, durante le prove, non aveva dato alcun problema, nel corso dell’immersione di oggi ha rallentato, per un problema tecnico, la risalita di circa trenta secondi. Per Genoni questo e’ il quarto record messo a segno nelle acque del Golfo del Tigullio e il suo sedicesimo primato. L’ultimo record di immersione risale al 2006 e avvenne nelle acque dell’Egitto.

I DELFINI DI DENIS

Un altro breve filmato realizzato da Denis!

Quanta bellezza, che meraviglia, che senso di pace ammirando questi favolosi animali che assolutamente innocui e gioiosi danzano intorno a un fortunato gruppo di sub!

Grazie Denis!!!

GUARDA IL FILMATO

EGITTIAMO CAFFE’: VERSO L’APERTURA

L’inaugurazione di Egittiamo Caffè è sempre più vicina (1 Novembre) e poco alla volta le collaborazioni e le offerte speciali dedicate ai lettori del Blog cominciano ad arrivare

Egittiamo Caffè non vuole essere solamente un posticino dove mangiare qualcosa, ma un posto dove incontrarsi, conoscersi, fare amicizia, avere l’opportunità di organizzare insieme serate e escursioni, connettersi al web, assistere a presentazioni e a dimostrazioni, ascoltare musica, vedere filmati divertenti, e ovviamente mangiare qualcosa di buono e a buon prezzo!

Oggi ti presenterò Jasmine, organizzatrice di viaggi ed escursioni che difficilmente trovi nei normali circuiti dei Tour Operator tradizionali. Uno sconto esclusivo per i lettori del blog è il biglietto da visita col quale si presenta Jasmine.
Questa è la filosofia del Blog e di Egittiamo Caffè. Permettere a voi lettori di avere la possibilità di accedere ad escursioni e a pacchetti a prezzi scontati, creare una piccola comunità di gente che possa beneficiare dei servizi che ti proporremo.

Servizi non organizzati direttamente da noi, ma proposti da professionisti del settore che collaboreranno col Blog in nome della trasparenza, della serietà e della collaborazione. Non chiediamo percentuali o commissioni, chiediamo serietà e professionalità, certi che questo tipo di approccio farà in modo che il nostro Caffè in breve tempo diventerà un punto di incontro e di riferimento per molti italiani in vacanza a Sharm! Perchè facciamo tutto questo?? Semplicemente per il gusto di avere il nostro piccolo Caffè sempre pieno di gente con voglia di divertirsi e di conoscerci, perchè crediamo che non ci sia nulla di più triste che un Caffè vuoto. Vogliamo essere sempre pieni di gente, di gente che venga da noi per le nostre proposte e le nostre idee. Semplice no??

Nel post qui sotto la proposta appena ricevuta da Jasmine e nei prossimi giorni un’altra sua proposta per il periodo del Ponte dell’Immacolata! Stay Connected!

DESERTO OCCIDENTALE, OASI DI BAHERYA E SHARM 23-31 OTTOBRE

Ecco la prima proposta di Jasmine con uno sconto per i lettori di Egittiamo. Si tratta di uno sconto di 90 euro, e tenendo conto che i prezzi di chi organizza questo genere di viaggi sono sempre all’osso, direi che è un bello sconto!
Benvenuta a Jasmine tra i collaboratori del Blog, aspettiamo altre tue proposte sperando che la collaborazione col Blog e con Egittiamo Caffè possa essere fruttuosa!

Il nostro tour inizierà dal Cairo, con una visita alla Piana di Giza, a pochi chilometri dal centro abitato, dove visiteremo le Piramidi di Kheope, Khefren e Micerino. Nonché la maestosa ed enigmatica guardiana con il corpo di leone : la Sfinge. Continueremo quindi il nostro viaggio verso l’Oasi di Baherya, che raggiungeremo nel tardo pomeriggio. Si alloggerà presso un piccolo albergo 3* a gestione familiare.

Una città pittoresca dai verdi campi rigogliosi, grazie all’irrigazione dei canali del Nilo, a soli 330 km circa dal Cairo. Fino pochi anni fa’, l’Oasi di Baherya era conosciuta sopratutto per la sua florida campagna, ora invece le sensazionali scoperte archeologiche effettuate di recente hanno aggiunto il suo nome alle cartine geografiche e turistiche.

E’ stata infatti rinvenuta una Necropoli Egizia che gli archeologi stimano potesse ospitare oltre mezzo milione di persone. La particolarità della scoperta e’ stato il ritrovamento delle Mummie d’Oro. Nelle tombe scavate nella roccia, nel 1996 sono state ritrovate circa 50 mummie di uomini e donne, oggetti in terracotta usati per i riti di sepoltura, utensili per la produzione del vino, monete in bronzo, recipienti con la figura del Dio Bes (Dio della gioia) e il Tempio del famoso eroe romano Ercole che era venerato come un Dio. Si stima che il deserto e le rocce nascondano oltre diecimila mummie oltre quelle già ritrovate.

Attualmente non tutte le mummie sono visibili ma alcune di esse potranno essere ammirate nel piccolo museo allestito per i visitatori.

Non mancherà inoltre l’occasione di vistare anche il capoluogo dell’Oasi : Bawity che ospita circa 30.000 abitanti. Si tratta di un villaggio molto pittoresco, con palmeti che circondano le tipiche case di fango.

Nella giornata dedicata alla scoperta dell’Oasi di Baherya, visiteremo, oltre che il Museo dedicato alle Mummie d’Oro, anche il Tempio di Alessandro Magno (III SEC a.C) ,il Tempio di Muftella e le splendide tombe dipinte di Amenofi e Bennantiou (VI SEC a.C). Raggiungeremo il centro di Bawity attraversando la Montagna dell’Inglese una collina dalla sommità piatta, che deve il l suo nome ad un vecchio avamposto inglese della prima guerra mondiale.

In serata si rientrerà al Cairo per poi ripartire il giorno successivo per la Penisola del Sinai, a Sharm el Sheikh.

Per chi lo desidera, sarà possibile estendere il viaggio nel deserto di una o più notti per poter visitare le sorgenti di acque termali calde e le rocce di calcare originariamente bianche che a causa del vento e dei fenomeni naturali del Deserto , hanno forme affascinati e misteriose. Parliamo del Deserto Bianco e delle sue incredibili sculture naturali.

COSTO A PERSONA : EURO 1.410

PREZZO SPECIALE PER I LETTORI DI “EGITTIAMO”
EURO 1.320 A PERSONA!!

PARTENZE IL 23 OTTOBRE
DA ROMA FIUMICINO E MILANO MALPENSA.

Come contattare Jasmine
Sito Internet:
vacanzegiziane.com
Pagina della nostra proposta: Deserto Occidentale e Sharm
Facebook: Vacanzegiziane
Email: vacanzeegiziane@hotmail.it

La quota include:
-Biglietti aerei internazionali per le tratte ITALIA/CAIRO – CAIRO/SHARM EL SHEIK – SHARM EL SHEIK/ITALIA – 02 notti al Cairo in albergo 4*
– 01 notte nell’Oasi di Baherya in hotel Desert Rose or similar
– 05 notti in resort 5* Maritim Jolie Ville Golf & Resort  (o similare) trattamento di pensione completa per tutto il Tour del Cairo e delle Oasi – Trattamento di Soft all inclusive a Sharm el Sheik
– tutti i trasferimenti a terra in pulmino privato climatizzato
– Bevande per tutto il tour delle Oasi
– tutte le escursioni guidate da Egittologo parlante italiano
– tutti I biglietti di entrata ai siti – Assistenza
La quota esclude:
– Bevande dove non citate – Visto di entrata in Egitto (pari a euro 13 circa acquistabile all’aereoporto del Cairo)
– Extra personali
– Mance

IL PROGRAMMA DETTAGLIATO

Giorno 1 :

Arrivo al Cairo. Accoglienza e trasferimento in albergo. Sistemazione nelle camere prenotate. Cena e pernottamento.

Giorno 2

Colazione in albergo. Incontro con la guida-egittologo ed inizio delle escursioni.Visita alla Piana di Giza, a pochi kilometri dal centro abitato dove si trovano le tre Piramidi di Giza dedicate ai tre Faraoni della IV dinastia : Kheope, Kephren e Micerino. Segue la Sfinge,maestosa guardiana della Piramide di Kephren. Pranzo e partenza per l’Oasi di Baherya, a soli 330 km dal Cairo. Arrivo nel tardo pomeriggio. Pomeriggio. Passeggiata a piedi intorno al villaggio vecchio dell’oasi con veduta dei palmeti e degli alberi da frutta. Successiva visita alle Montagne Nere, alle dune di sabbia ed al lago di sale. Le rovine sulla collina, ‘La casa inglese’ dalla quale sara’ possibile al tramonto godere della splendida veduta panoramica. Cena e pernottamento in albergo.

Giorno 3 :

Colazione in albergo.Visita di Baherya, e della necropoli delle “mummie d’oro” risalenti alla XXVI dinastia.Attualmente il sito non e’ totalmente agibile per via degli scavi ancora in corso. Tuttavia alcune mummie sono visibili presso il piccolo museo allestito nel sito. Segue visita del Tempio di Alessandro Magno (III SEC a.C) , del Tempio di Muftella e le splendide tombe dipinte di Amenofi e Bennantiou (VI SEC a.C). Pranzo e rientro al Cairo. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Giorno 4

Colazione in albergo e trasferimento all’aereoporto nazionale del Cairo per partenza per Sharm el Sheik. Arrivo ed accoglienza in aereoporto. Trasferimento in albergo e sistemazione nelle camera prenotate. Cena e pernottamento.

Giorni 05 06 07 08

Colazione in albergo. Giornata libera per relax in spiaggia. Cena e pernottamento

Giorno 09

Colazione in albergo. In base all’orario del volo trasferimento all’aereoporto nazionale di Sharm el Sheik per partenza finale via Cairo. Fine dei nostri servizi.

IL RESORT “MARITIM JOLIE VILLE GOLF” di Sharm

Il Maritim Jolie Ville Golf & Resort dispone di 418 camere e dista 3 minuti a piedi dalla costa di Sharm El Sheikh e offre innumerevoli servizi, incluso un campo da golf PGA, con 18 buche. Il Resort vanta di una palestra e campi illuminati da golf e da tennis. Grazie al centro diving potrete cimentarvi nelle immersioni o nello snorkeling. A vostra disposizione anche una sauna, una jacuzzi e il servizio massaggi.

I bambini apprezzeranno i 30.000 m² dell’Aqua Park, mentre i più piccoli potranno divertirsi nello Snoopy Kids Club. Vale la pena di sfidare la sorte sui tavoli del casinò.

Il ristorante principale offre una terrazza con vista panoramica e ospita spettacoli di intrattenimento. Il ristorante cinese e il bistro in stile americano propongono una cucina gustosa. Vi sono anche bevande e barbecue a bordo piscina.