LA CAMERA IPERBARICA DI SHARM

Tratto dal portale Sinaicity

Durante la notte dell’8 marzo 1993 un convoglio, composto da quattro camion portacontainer, varcò le porte di Sharm el Sheikh, dirigendosi lentamente verso la baia di Sharm el Mina. Quello era il posto designato per ospitare la prima camera iperbarica della nuova capitale della subacquea.

Quattro enormi container bianchi stavano per dare una forma al progetto del Dr. Adel Taher, uno dei massimi esperti mondiali in medicina subacquea e iperbarica.

Il lavoro di quattro tecnici specialisti, in quaranta ore, permise all’Hyperbaric Medical Center (HMC) di Sharm el Sheikh di vedere la luce il 10 marzo 1993, pronto ed operativo.

La struttura, realizzata negli Stati Uniti, fu donata dalla United States Agency for International Development (USAID) al Ministero del Turismo Egiziano, completamente accessoriata per una piena operatività sin da subito: compressori, bombole, computers, scrivanie, sedie. Una camera iperbarica “chiavi in mano”, del valore di oltre un milione di dollari.

Il progetto originario, sviluppato dal Dr. Adel stesso, in collaborazione con architetti americani specializzati in ambienti iperbarici, doveva tener conto di vari fattori, quali la localizzazione in un’area sperduta della penisola del Sinai, e la possibilità di gestire in tempi brevi eventuali interventi di manutenzione in loco.

A seguito di queste valutazioni, fu presa la decisione di realizzare una camera iperbarica con un livello di automazione minimo, privilegiando una gestione manuale-meccanica, sicuramente di più facile intervento in caso di guasti, nell’area geografica designata.

L’HMC fu da subito dotato di sistemi di ridondanza multipli in grado di far funzionare la struttura e renderla autosufficiente in ogni condizione: doppi generatori elettrici d’emergenza, doppie linee d’aria, doppi compressori, bombole di stoccaggio, doppi pannelli di miscelazione, per finire con la camera iperbarica vera e propria, che è una struttura modulare divisibile, progettata con un ampio accesso per il personale medico e di assistenza.

Dopo oltre 17 anni da quel lontano 8 marzo, l’Hyperbaric Medical Center di Sharm el Sheikh è ancora lì, con i suoi quattro container bianchi incorniciati tra le montagne e il mare, grazie all’opera instancabile del Dr. Adel che lo dirige, coadiuvato dal Dr. Ahmed Sakr.

Moltissimi medici provenienti da tutto il mondo collaborano con l’HMC di Sharm, e l’assistenza h24 fornita in caso di trattamenti iperbarici, viene garantita da un numeroso gruppo di tender (assistenti) volontari della comunità di istruttori e divemaster che lavorano in Sinai.

Una gran parte dei costi dell’HMC deriva infatti dai continui corsi di preparazione e aggiornamento svolti dai medici iperbarici del Centro, al fine di preparare validi assistenti da impiegare durante le sedute di ricompressione. Tutto il personale è altamente qualificato a lavorare in ambienti iperbarici e in situazioni d’emergenza.

Dalla sua inaugurazione l’HMC ha trattato oltre 1.600 casi gravi di malattia da decompressione (MDD), oltre a varie altre patologie correlate all’attività subacquea (otiti, barotraumi, blocchi inversi, punture di organismi velenosi, ecc.) per un totale superiore ai 45.000 casi.

L’Hyperbarical Medical Center è anche la sede del DAN Egypt.

Tra le tante cose che sono cambiate a Sharm, in questi anni, l’HMC è rimasto un punto di riferimento importantissimo, sia per la gestione delle emergenze mediche, sia per il suo valore scientifico, come centro di ricerca nel campo della medicina iperbarica a livello mondiale.

Annunci

2 Responses to LA CAMERA IPERBARICA DI SHARM

  1. Pingback: LA CAMERA IPERBARICA DI SHARM « Egittiamo "Blog sull'Egitto e … : Vacanze Mar Rosso

  2. Pingback: LA CAMERA IPERBARICA DI SHARM « Egittiamo "Blog sull'Egitto e … : Vacanze Egitto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: