QUATTRO PASSI A IL CAIRO

Capitale brulicante di vita, Il Cairo è  una delle aree più popolate del mondo, con 8 milioni di abitanti. Situata lungo il fiume Nilo, offre al turista una grande quantità di luoghi da visitare, non solo relativi all’antico passato dei faraoni. Lungo le vie storiche più importanti sono collocati un gran numero di splendidi monumenti islamici, dalle fontane alle grandi moschee quali  El-Hakim, Beit Es-Suhaymi e  Bein El-Qasrein che sono, nella maggior parte dei casi, aperte anche ai non-musulmani, purchè provvisti di abbigliamento adeguato.

La parte antica islamica della città è costituita per lo più da edifici medievali, dove non esistono strutture ricettive per il turista. Tuttavia occorrono ore per percorrerla interamente se ci si vuole immergere nell’atmosfera più autentica della città, ad esempio visitando il grande bazaar di Khan el-Khalili, secondo al mondo per grandezza dopo quello di Istanbul.
Si possono visitare anche diverse chiese cristiane, tra le quali San Giorgio appartenente alla dottrina greco-ortodossa. Tra i musei, meritano di essere visitati il Museo Copto che ospita una vasta collezione di oggetti e tessuti dell’epoca cristiana in Egitto e il Museo dell’Arte islamica, che contiene oltre 10.000 oggetti in ceramica, legno, vetro, tessuto e stucchi provenienti dall’Egitto e da altri paesi del mondo islmico.

Il museo più grande e frequentato del Cairo resta, ovviamente, quello dedicato all’antico Egitto, situato nella centrale piazza Tahir. Costruito nel 1897 e aperto al pubblico nel 1902, contiene 100.000 reperti dell’antico Egitto suddivisi in diverse sezioni poste in ordine cronologico e 107 sale. A pianterreno sono collocate alcune enormi statue, mentre nel piano superiore sono esposte le statue più piccole, le mummie, i gioielli e il tesoro di Tutankhamon, ritrovato da Howard Carter nel 1922, con la famosa maschera in oro massiccio, perfettamente conservata. Sono ancora da catalogare numerosi altri reperti ed è in programma l’apertura di una nuova sede per ospitarli. Una grande biblioteca ed una sezione dedicata alla fotografia concludono la visita al museo egizio del Cairo.

Volendosi dedicare allo shopping, oltre al grande bazaar di Khan el-Khalili, ci si può recare al mercato di Wekala al-Balq e Tentmakers Bazaar, famosi per le stoffe. Particolarmente conveniente risulta l’acquisto di profumi, gioielli ed oggetti in oro, argento, ottone e rame, ceramiche, tappeti, articoli in pelle e vetro, soprattutto quando si può contrattare sul prezzo.

L’intrattenimento notturno al Cairo è assicurato recandosi nei molti locali, nei ristoranti, alcuni dei quali affacciati sul Nilo, oppure ascoltando musica araba nel cuore della parte islamica del Cairo, precisamente a El-Ghuriya, dove  si esibiscono gratuitamente musicisti e danzatori dervishi. Molto suggestivo è lo spettacolo notturno di luci e suoni alle piramidi di Giza, poste a soli 5 km dal Cairo. La piana di Giza comprende le tre piramidi edificate per celebrare i faraoni Cheope, Chefren e Micerino, oltre al gigantesco ed enigmatico monumento della Sfinge. La piramide di Cheope rappresenta  l’unica  delle Sette Meraviglie del mondo antico, tuttora sopravvissuta.  A conferma del mistero che avvolge la storia dell’antico Egitto e gli alti livelli delle applicazioni costruttive ed astronomiche, stupisce l’esattezza dell’allineamento delle piramidi che coincide esattamente con i quattro punti cardinali e le tre stelle della cintura di Orione comprese nella costellazione dell’Orsa Minore, la cui diversa luminosità è stata riprodotta nella diversa grandezza delle tre piramidi.

Annunci

4 Responses to QUATTRO PASSI A IL CAIRO

  1. Pingback: QUATTRO PASSI A IL CAIRO « Egittiamo "Blog sull'Egitto e località … : Vacanze Mar Rosso

  2. Pingback: QUATTRO PASSI A IL CAIRO « Egittiamo "Blog sull'Egitto e località … : Vacanze Egitto

  3. roby says:

    Bellissimo articolo grazie Marco!!
    Devo dire che anche questa volta sarò ben felice di visitare il Cairo … perdermi nei vicoli stretti stretti che non ti permettono si camminare a due. Fermarsi a bere un caffè in centro in uno dei caffè storici italiani.. degli anni 30, oramai decadente , ma a suo modo affascinante.. trovare artisti famosi egiziani che suonano ad un tavolino nei vicoli di Khalil..
    Non parlo dei monumenti dato che le Piramidi sono affascinanti e immense.. La Sfinge…

    A tutti i lettori del blog…invierò delle foto e Marco potrebbe pubblicare.. qui per farvi sognare l’Egitto.

  4. marco63 says:

    Aspettiamo tutti con ansia le tue foto e la tua testimonianza di italo-egiziana a tutti gli effetti!!!
    Ne approfitto per sollecitare tutti a mandare foto e reportage particolari dai posti che visitate!
    Collabora col blog, più saremo e meglio verrà!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: