ATTACCATA DA UNO SQUALO DAVANTI AL DOMINA CORAL BAY

Uno squalo di circa due metri e mezzo ha aggredito una turista che faceva il bagno a pochi metri dalla spiaggia del Domina Coral Bay di Sharm el Sheik, verso le 15.30 ora italiana.

La donna di circa 50 anni, probabilmente di nazionalità russa, avrebbe riportato gravi ferite al braccio e a un piede. In quel momento il mare era affollato di bagnanti, tanto che alcuni sub vicino alla signora hanno addirittura fotografato lo squalo.
I soccorsi sono stati immediati: appena la turista ha iniziato ad urlare un piccolo gommone con due bagnini è accorso e l’ha recuperata. L’ambulanza che staziona stabilmente molto vicino alla spiaggia è arrivata in 4 minuti. La signora che era ancora cosciente è stata immediatamente portata all’ospedale di Sharm El Sheik.

La notizia non ha praticamente avuto rilevanza sulla stampa italiana online.

Nelle foto sotto il Longimanus che ha attaccato la donna, fotografato da Fabio Casarotti pochi minuti prima dell’attacco.

Purtroppo i sub non hanno avuto il tempo di avvisare tutti i bagnanti prima che lo squalo attaccasse!!!

Annunci

16 Responses to ATTACCATA DA UNO SQUALO DAVANTI AL DOMINA CORAL BAY

  1. Pingback: ATTACCATA DA UNO SQUALO DAVANTI AL DOMINA CORAL BAY « Egittiamo … : Vacanze Mar Rosso

  2. Pingback: ATTACCATA DA UNO SQUALO DAVANTI AL DOMINA CORAL BAY « Egittiamo … : Vacanze Egitto

  3. mose alessio says:

    luomo e curioso e appasionato di tutto cio che lo incrconda nei mari e oceani ma quanto sa rispettare? e quanto sa amare? tanto poco o forse piu di se stesso per il rischio che si affronta guardare esplorare giocare linteresante e rispettare l ambiente dove si e ospiti eapprezare cio che dio ci a donato

  4. Elke Bojanowski says:

    Caro Fabio, Marina Costa e collaboro con Elke Bojanowski che e´responsabile del programma Longimanus Projec (www.longimanus.info) di Hepca (www.hepca.com). Elke da 6 anni raccoglie foto dei longimanus ed ha un catalogo di oltre 500 individui in Mar Rosso. Noi di Hepca saremmo veramente grati se potessimo discutere con te quello che e´successo. Siamo anche interessati a foto ad alta definiyzione del corpo dello squalo in modo da verificare se e´un individuo conosciuto o no. Grazie mille per l’attenzione e l´aiuto. Un abbraccio. Marina

  5. se i turisti smettessero di andare in acqua a dar da mangiare ai pesci.( COSA ASSOLUTAMENTE PROIBITA ) QUESTE COSE NON ACCADREBBERO……………….
    è sempre e soltanto colpa nostra e però poi ci vanno di mezzo quelle povere bestie.
    Pare, ma non è stato confermato che la guardia costiera alla ricerca dello squalo abbia ammazzato un altro grosso pesce che non ha nulla a che fare con gli squali.
    rispondo a GUENDALINA SHARM, non è vero che in ITALIA non hanno dato notizia, anche troppe e mal raccontate, pensa che la notizia è apparsa pure sul CORRIERE DEL ICINO in SVIZZERA diva

  6. Miriam says:

    wow squali nel Mar Rosso! pensavo di prenotare ………..

  7. Franci says:

    sicuramente l’articolo di Pierpaolo anche se non sono totalmente d’accordo è scritto in maniera competente. Credo che quello che è successo con questo longimano è purtroppo in parte dovuto al fatto di aver fatto diventare un paradiso di Biologia Marina come Sharm el sheik un posto destinato alla plebaglia nazionalpopolare, non parlo in termini economici ma di cultura acquatica, mi spiego meglio, io sono subaqueo da otto anni e mi piacerebbe andare in Australia nella Great barrier reef ma per ora non posso permettermelo e sono contento di questo, perchè quando ci riuscirò sò che non ci troverò cani e porci che vanno a Sharm e che pendono dalle labbra di animatori e DJ e che li considerano come dio in terra, che continuano a dare da mangiare ai pesci e a comportarsi da padroni in un posto non loro. Quei poveracci attaccati dal Longimanus hanno forse pagato anni di questa politica. Una volta un’amica mentre eravamo a Sharm mi ha detto ” bisognerebbe far pagare di più per venire qui, in questo modo verrebbe meno gente”. A gennaio andrò a fare immersioni in un posto lontano dopo mesi di rinunce in quanto spenderò molto ma sono almeno sicuro di quello che non troverò.
    ps la mia amica aveva ragione.

  8. laura says:

    X Franci
    Non essere “ricchi” non implica automaticamente essere maleducati!
    Cosa sei come Superciuk che rubava ai poveri der dare ai ricchi perchè i poveri sporcavano????
    La maleducazione va punita e non solo con pene pecuniarie che fanno male solo a chi i soldi non ne ha!
    Questi “nuovi ricchi” dell’est i soldi li hanno eccome!!!
    Il problema è che hanno fatto soldi in due giorni ma come educazione sono ancora indietrooooo!!!
    Sbrigati ad andare dove devi perchè credo che presto li troverai ovunque…

  9. marco63 says:

    Credo tu stia prendendo una grossa cantonata se pensi che i russi che vengono a Sharm siano i nuovi ricchi! E’ gente che viene a Sharm con pacchetti da 250 dollari!!Altro che nuovi ricchi!!! Ma una speranza c’è! Ho inteso che dal prossimo anno i russi dovrebbero diminuire sensibilmente dato che un accordo che c’era tra il governo russo e quello egiziano è saltato. M auguro che questa voce che ho sentito sia vera, il Mar Rosso ringrazierebbe!

  10. laura says:

    Ah, benissimo spendono un terzo di quello che paghiamo noi e rompono 3 volte tanto!
    Comunque ribadisco che non credo che l’educazione sia direttamente legata al peso del portafoglio.

  11. Giovanni says:

    Per Franci: Sono recentemente stato ad Antigua, posto per ricchi, io infatti c’entravo come i cavoli a merenda ma come ho già avuto modo di dire a Susanna in questo blog (sezione Chi ha mandato lo squalo a Sharm?), i neuroni non hanno nulla a che vedere con il conto in banca esistono burini ricchi e burini poveri e la mamma di entrambi è costantemente incinta.
    Io sono subacqueo da 28 anni e mi sono immerso in molte parti del mondo care e meno care ed il burino nazionalpopolare o meno c’è sempre, penso piuttosto che, come ho già scritto, sia un problema di approccio al mare e manchi un codice di comportamento adeguato con sanzioni adeguate oltre ad una cultura di base del rispetto.

  12. mau says:

    Non capisco come x un fatto del genere si possa discernere tra differenze di nazionalita o altre ottusita’ e pochezze , lo squalo che ha morso la povera malcapitata avrebbe potuto mordere chiunque in quel momento , e lo shark feeding viene fatto perlopiu dalle barche in crociera e non nelle floating a Sharm men che meno al “DOMINA” .
    Invece di dire idiozie documentatevi , bisogna capire il perche di questi attacchi se sono dovuti a coincidenze e altri fattori biologici e naturali o dall’uomo ma non certo per le cose dette da qualcuno su questi post .

  13. mau says:

    Parlo per esperienza lavoro da anni in qiuesti e piu pericolosi mari del mondo ed essendo questo un fatto straordinario a Sharm …bisogna studiarne l’origine il fatto che si siano invitati molti biologi americani tra i piu conosciuti e famosi del mondo e’ gia un buon segno ma ci sara da aspettare molto tempo per i campionamenti e le catture che immancabilmente ci saranno e non saranno di certo selettive,

  14. Giovanni says:

    Pienamente d’accordo con Damy, lo squalo che ha ferito ed ucciso non fa nessuna distinzione di nazionalità, sesso o condizione economica, speriamo solo che la risoluzione del problema sia il meno cruenta possibile e che gli squali non debbano pagare per tutti.
    Torno a dire che la causa scatenante degli attacchi va capita e rimossa anche perché i Longimanus contano parecchi esemplari in Mar Rosso e ritengo deleterio scatenare una caccia indiscriminata al Longimanus.
    Da parte mia a Maggio sarò di nuovo a Sharm a godermi solamente il rumore delle mie bolle!

  15. Giovanni says:

    Volevo dire d’accordo con Mau, ho fatto un po’ di confusione, troppi blog in contemporanea!

  16. Giovanni says:

    Vorrei comunque che Mau leggesse quanto ho scritto nella sezione Chi ha mandato lo squalo a Sharm? riguardo il fattore ambientale che sicuramente va indagato in modo più approfondito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: