ARCHIMEDE E IL MISTERO DEL PLANETARIO

Siracusa – Si presenta mercoledì 15 alle ore 17,30 all’Istituto Tecnico Commerciale “Rizza”, il libro di Annalisa Stancanelli, docente e giornalista, “Archimede e il mistero del Planetario” (Melinonerella Editore). A presentare questo curioso mix fra un giallo e un thriller avventuroso, saranno Sebastiano Amato, direttore dell’Istituto Superiore di Studi Umanistici, e la scrittrice Simona Lo Iacono, premio Vittorini opera prima nel 2009. Presente naturalmente anche l’autrice siracusana.

Del mistero planetario aveva parlato Cicerone: «In realtà, quando Archimede racchiuse in una sfera i movimenti della luna, del sole e dei cinque pianeti, fece lo stesso che colui che nel Timeo edificò l’universo, il dio di Platone, e cioè che un’ unica rivoluzione regolasse movimenti molto diversi per lentezza e velocità. E se questo non può avvenire nel nostro universo senza la divinità, neanche nella sfera Archimede avrebbe potuto imitare i medesimi movimenti senza un’intelligenza divina». (Cicerone, Tusculanae disputationes I, 63)

Alcune anticipazioni sul libro di Annalisa Stancanelli.

Un mistero custodito da secoli sta per essere svelato, solo un uomo può proteggere la segreta camera di Thot.

Fra omicidi e misteri nei panni insoliti dell’investigatore Archimede dovrà risolvere il mistero del planetario in un’avventurosa caccia al tesoro fra Siracusa, Roma e l’Egitto….

EGITTO 214 a.C. Un piccolo gruppo di scienziati della Biblioteca di Alessandria nasconde un grande segreto; l’esistenza della misteriosa Camera di Thot, lo scrigno dei manoscritti più importanti della Biblioteca. Quando il Sacro Custode, Teofrasto, comprende che la Camera è in pericolo invia lo scienziato Dositeo a Siracusa a chiedere l’aiuto del famoso Archimede.

Siracusa 213 a.C. : la città è sotto assedio. I Romani da mesi tentano di conquistarla ma le macchine di Archimede la proteggono. Dositeo è arrivato al momento giusto e insieme ai due schiavi del genio siracusano, il saggio Daniele, e il nubiano Megarèo, muto ma fortissimo, aiuta nella difesa delle mura. Ad Alessandria, intanto, Teofrasto e il suo attendente sono stati misteriosamente uccisi, Fileide, la figlia del Custode, fugge e riesce a raggiungere lo scienziato alessandrino a Siracusa. Poco prima della caduta della città il planetario di Archimede viene trafugato e con esso la mappa del tesoro che Dositeo vi aveva celato. La morte colpisce la casa di Archimede ma la caccia agli assassini e al tesoro di Thot continua da Roma ad Alessandria fino alla misteriosa Sfinge di Giza…

Il libro dovrebbe fare la sua comparsa in tutte le librerie siciliane a gennaio ma è prenotabile in tutta Italia nelle librerie Feltrinelli, per informazioni http://www.melinonerella.it

Annunci

One Response to ARCHIMEDE E IL MISTERO DEL PLANETARIO

  1. Pingback: ARCHIMEDE E IL MISTERO DEL PLANETARIO « Egittiamo "Blog sull … : Vacanze Mar Rosso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: