UN ALTRO DIVERTENTISSIMO POST DAL BLOG DI STEFANIA

Stefania ha scritto un altro post. E ancora una volta non posso fare altro che complimentarmi con lei per la sua ironia e per il suo modo di scrivere divertente e allegro pur parlando di cose concrete e reali! Grande Stefi!

Oggi parliamo dei turisti, i veri protagonisti della vita sharmese, coloro senza i quali oggi non saremmo qua a parlare di Sharm El Sheikh come una delle mete turistiche per eccellenza.

Non potendo menzionare tutte le nazionalita’ che vengono a visitare la nostra ridente cittadina, scrivero’ di 4 macro-categorie, quelle piu’ rilevanti.

GLI ITALIANI:

gli Italiani sono sempre i piu’ facili da riconoscere, i loro atteggiamenti stereotipati li accompagnano dalla notte dei tempi.

Ben vestiti e curati, si distinguono quasi sempre per il loro buon gusto, chiassosi a dismisura si fanno riconoscere ovunque, per strada, ai ristoranti, in discoteca. Il gesticolare li accompagna sempre soprattutto quando non parlano l’Inglese, quella lingua tanto sconosciuta quanto incomprensibile, rimasti uno dei pochi popoli insieme forse agli Spagnoli e ai Francesi a non volersi anglofonizzare.

Arrivati a Sharm, inizialmente si spostano in gruppo, infatti sono molto sensibili alle “finte informazioni” che vengono loro propinate in merito a Sharm, e all’Egitto in generale, dai tour operator che pur di non lasciarli muovere liberamente sarebbero in grado di inventarsi storie fantasmagoriche. Quando pero’ capiscono che era tutta una burla, che fuori dal Resort non ci sono gli uomini neri pronti a rapirli derubarli o a farli saltare in aria ecco che trovano il loro habitat naturale e si inseriscono perfettamente nell’atmosfera sharmese. Girano, comprano, contrattano, si sentono come a casa, anzi forse piu’ che a casa. Per questo molti di loro finiscono poi per investire in immobili, si trasferiscono per periodi brevi o lunghi, insomma entrano appieno nel ritmo della vita sharmese. Nonostante la pignoleria e la lamentela ad oltranza che caratterizzano la maggior parte di loro, i locali li amano, diciamo li amano abbastanza, li vedono come i cugini lontani simpatici e affabili, con cui scherzare e fare battute, per quanto pero’ con loro la contrattazione sia veramente dura. Infatti gli Italiani sono bravi, eccome se sono bravi, nel buttare giu’ i prezzi pur di risparmiare quei 20 pounds (neanche 3 Euro)  che in Italia non farebbero alcuna differenza ma qua la fanno. Infatti si sentono talmente a casa che non accettano di essere trattati come dei polli da spennare, anzi sono talmente bravi ad entrare nella parte che una volta Egizianizzati finiscono per essere loro quelli che spennano gli altri.

GLI INGLESI:

gli Inglesi sono tutta un’altra pasta, una pasta a volte appena uscita dal freezer. Con loro lo scherzo ci sta ma fino ad un certo punto, girano vestiti in modo non proprio fashion, impavidi, senza alcun timore dal primo momento che mettono piede a Sharm: loro sono i veri conquistatori e la storia lo dimostra. Credo che i tour operator Inglesi non tentino neanche di inculcare loro strane idee su Sharm e l’Egitto in generale, perche’ nulla puo’ fermare un Inglese. Anzi se sentira’ voci strane sara’ il primo a muoversi per verificare di persona.

A chiasso anche loro non scherzano, soprattutto dopo un paio di pinte di birra a cui non rinunciano quasi mai.

In occasione di feste o party, le ragazze Inglesi si vestono come a Londra ed e’ veramente facile riconoscerle, sono inconfondibili, vestiti vistosi, colori sgargianti, pettinature particolari, scarpe super alte che vengono automaticamente tolte a fine serata per una camminata a piedi scalzi nelle “pulitissime” strade di Naama Bay.

Che dire? Contente loro!

I RUSSI:

nella categoria Russi mi verrebbe da includere tutte quelle nazioni della ex Unione Sovietica ma non sarebbe corretto perche’ in fondo i Polacchi, i Cecoslovacchi e altre nazionalita’ dell’est che ho conosciuto si distinguevano leggermente da certa gente di Mosca o della steppa Russa, quindi diciamo che nella categoria Russi includero’ Russia, Ucraina e qualche altro Paese limitrofo.

I Russi sono speciali, se non ci fossero bisognerebbe inventarli.

Girano, anzi meglio dire vagano e nella maggior parte dei casi non sanno manco dove stanno andando. Il piu’ delle volte quando cammino per strada e mi scontro con qualcuno e’ Russo / Russa: guardano per aria, a destra a sinistra ma mai davanti, ammirano la citta’ come Alice nel Paese delle meraviglie. Vestiti alla bene e meglio talvolta ricordano un film degli anni ’70, per poi pero’ accompagnarsi con ragazze che ricordano modelle dei giorni nostri. Io personalmente non parlo Russo ma amo il loro accento e l’intonazione della voce, una via di mezzo tra un cavernicolo e Hitler. A volte c’e’ da avere paura..ma quando si tratta di donne qui non si sta molto a badare allo spelling o al tono di voce, diciamo che meno parlano meglio e’.

Il tono aggressivo si accompagna con un atteggiamento altrettanto aggressivo, loro si’ che si sentono i veri padroni di Sharm e dintorni. Peccato che la maggior parte dei Russi che frequenta Sharm arrivi dalle campagne Russe / Ucraine e quindi mi verrebbe da dire: ieri con la zappa nella steppa desolata e oggi al Coral per 200 dollari? ‘nnnnnaaaaaaa

Accanto ai campagnoli abbiamo anche le Russe “arrivate”, le signorine che hanno fatto ricchezza a Mosca e dintorni, chissa’ come?! in questo caso l’aggressivita’ fa parte del loro status per cui piu’ e’ elevato piu’ trattano gli altri da essere inferiori, un po’ come succedeva negli anni ’80 con i nuovi ricchi, dopo di che il mondo si e’ evoluto senza passare per la Russia.

Come sempre, pero’, ad ogni azione segue una reazione per cui il risultato e’ che non sono molto amati, o meglio molte di loro vengono amate solo nei letti, ma l’opinione dei locali e’ molto dura nei confronti dei Ruzzi (o rozzi). Si potrebbe definire un odio a prima vista.

GLI ARABI:

il turista Arabo, soprattutto quello ricco, e’ una vera gatta da pelare: pretende perche’ paga e paga per pretendere, possibilmente la luna.

Tratta i locali come essere inferiori, soprattutto se Egiziani, considerandoli persone completamente al suo servizio, e se vuole qualcosa, qualunque cosa, la deve avere. Dato che parla anche la stessa lingua a volte si abbassa a dare ordini personalmente, inconsapevole del fatto che qua e’ una vera mission impossible, potra’ ottenere forse qualcosina ma ottenere cio’ che desidera richiedera’ una dura dose di pazienza. Il perche’ e’ molto semplice: l’Arabo urla, l’Egiziano si impunta. Ma visto che anche a Sharm vige la legge che il cliente ha sempre ragione, alla fine anche l’Egiziano si assoggetta, soprattutto se e’ costretto a farlo davanti ad una bella banconota da 100 dollari. E’ questo il giochetto, l’Arabo lo sa e lo sa anche l’Egiziano, quindi l’ostilita’ iniziale fa parte della farsa. Chiamali stupidi!

Vestiti super firmati, a volte riescono in accostamenti impensabili che farebbero inorridire Gucci e compagnia bella, ma diciamo che spesso la sostanza, in questo caso la firma, per loro vale molto piu’ dell’apparenza, per cui l’importante siano marcati Gucci, Armani e Dolce Gabbana, per imparare gli abbinamenti c’e’ sempre tempo.

Spesso e volentieri arrivano con mogli incappucciate, ma accade anche che gruppi di ragazze si mostrino in tutta la loro bellezza finalmente lontane dalle forti imposizioni che i loro Paesi dettano loro ogni giorno. Ma Arabe sono e Arabe rimangono, pronte a coprire i vistosi vestiti firmati appena varcano l’entrata dell’aeroporto.

Tutto sommato sono i piu’ inoffensivi, quando vengono in visita portano molto denaro e ben poco danno, per questo gli Egiziani li sopportano pazientemente e arrivano a farseli anche amici, speranzosi di ottenerne un qualche vantaggio economico.

Link al blog TUTTIPAZZIPERSHARM

Annunci

One Response to UN ALTRO DIVERTENTISSIMO POST DAL BLOG DI STEFANIA

  1. Sharazad says:

    Bravissima e complimenti Stefy sei unica! Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: