AIUTIAMO L’EGITTO FACENDO TURISMO!!!

Dopo l’allontanamento di Mubarak, l’economia egiziana è diventata ancora più instabile. Sappiamo delle difficoltà finanziarie del paese, e immaginavamo che i disordini delle ultime settimane avrebbero potuto aver un impatto fortemente negativo su inflazione e turismo, mettendo a dura prova le potenzialità del Pil nazionale.

Apparentemente va tutto bene, ma in realtà i problemi sono tanti. E il più grave resta la disoccupazione. “Non avere un lavoro significa non poter acquistare cibo, non poter mandare a scuola i figli e non potersi permettere cure in ospedale”, lamentano i giovani di El Cairo.

Anche se le strade hanno ricominciato ad essere affollate come prima e negozi e bancarelle sono di nuovo pieni di frutta, verdura, stoffe e altri oggetti da vendere, una buona parte degli esercizi commerciali continua a rimanere chiusa. E non è detto che gli operai, i contadini e gli impiegati pubblici che sono scesi in piazza per chiedere (anche) un aumento di stipendio abbiano deciso di smettere di far valere il loro punto di vista: “un lavoro non pagato non è un lavoro, e non permette di crearsi un futuro migliore“.

Nel frattempo, l’esercito ha deciso di inviare un sms a tutti i cellulari di utenti egiziani per spronare il popolo a tornare al lavoro, indipendentemente dalle condizioni offerte. Ma molti di questi messaggi sembrano essere stati ignorati. Lavorare per un salario da fame non interessa a nessuno.

Il governo ha promesso agli impiegati pubblici un aumento salariale del 15%, ma le stime sulla crescita del deficit pubblico aumentano il timore che questa manovra non sia sostenibile. Nel privato, le agenzie turistiche temono di poter perdere centinaia di migliaia di dollari di profitto, e dal turismo dipende il 10% del Pil nazionale. Gli uffici del turismo hanno bisogno del personale al completo per rilanciare il settore, ma per tenere tutti i dipendenti negli uffici questi ultimi dovrebbero accettare di lavorare un mese senza stipendio. Impossibile.

Nel timore che possano scatenarsi nuove proteste, l’esercito ha suggerito alle banche di rimanere chiuse questa settimana, una manovra che potrebbe creare ulteriori danni ai negozianti che hanno potuto riprendere la loro attività. Per non parlare dei bancomat, molti dei quali sono già a secco di denaro. Per avere a disposizione un po’ di contanti, parecchi egiziani si sono ritrovati costretti a vendere oggetti personali. E non far crescere di altre centinaia di unità il numero di concittadini che vive con meno di un dollaro al giorno. Che oggi, purtroppo, già supera i dieci milioni. Pari al 13% della popolazione.

Annunci

4 Responses to AIUTIAMO L’EGITTO FACENDO TURISMO!!!

  1. CrisTi says:

    Cosa possiamo fare oltre a partire e spronare la gente a partire?
    Hai visto i prezzi dei TO e del solo volo per il mar Rosso?
    Hanno dato l’ok ma alzato le tariffe a cifre impressionanti.
    Se fai una ricerca su volagratis, roma sharm ad aprile … 1237 euro andata e ritrono è il minimo che trovi!!!
    Assurdo …

  2. marco63 says:

    @CrisTi Quelle tariffe indicano solo che non ci sono voli per quella data
    tutto il sistema si sta rimettendo in moto
    abbi fede!!

  3. Luisa says:

    noi siamo pronti a tornare subito in Egitto, una domanda: com’è la situazione balneazione attuale? ciao

  4. marco63 says:

    @Luisa: molte spiagge sono aperte e balneabili
    La spiaggia del Coral Bay a ieri era ancora chiusa
    La mia personale opinione, da bravo Mr Nessuno, è che l’emergenza squalo sia rientrata da sola, nel senso che passato il periodo dei montoni o capre che siano, buttate a mare, ora gli squali se ne saranno tornati a fare la loro vita come da sempre facevano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: