PRUFUGHI EGIZIANI IN LIBIA: UNA DOPPIA TRAGEDIA!!

Sono 110 mila i disperati che nell’ultima settimana sono scappati dalla Libia in fiamme. Hanno assaltato i confini con la Tunisia e l’Egitto. La generosità dei tunisini è stata immensa: a Ras Al Jedir e Ben Gardan, città frontaliere, famiglie e volontari si sono aggiunti alla Croce rossa e all’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) per aiutare l’immensa fiumana in fuga.
LAVORATORI IN FUGA. Ma quando il numero si è fatto troppo grande, e la tensione ingestibile, anche la polizia tunisina ha dovuto ricorrere ai manganelli per calmare gli animi.
Gli egiziani, che negli anni d’oro erano arrivati in massa in Libia, sperano di saltare su un pullman per Djerba, nella convinzione che lì qualcuno manderà un aereo a riprenderli. Ma non è scontato, perché a gestire l’esodo biblico sono Paesi a loro volta senza governi e scossi da moti di piazza. La gente del Cairo in ogni caso ha più speranza di cingalesi, iracheni, pakistani, afgani. Avevano cercato la sorte negli stabilimenti del ricco vicino, sono rimasti senza nulla. E il rischio ora è che nessun ministero degli Esteri li riporti a casa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: