COME VIVONO IL RAMADAN I VERI BEDUINI DEL SINAI? VISTO CHE ANDIAMO IN VACANZA NELLA LORO TERRA, IMPARIAMO QUALCOSA DELLA LORO CULTURA

Nella foto un tappeto da preghiera

Per capire come vivono il Ramadan i beduini del Sinai, mi sono rivolto a Paola.
Vi ho già parlato di lei nei giorni scorsi a proposito delle discipline olistiche, il suo lavoro. Ma Paola è una persona assolutamente al di fuori dagli schemi. Si è trasferita a Sharm attratta dal deserto, dalla cultura delle popolazioni che vivono nel deserto del Sinai e col tempo ne ha ottenuto fiducia e reciproca simpatia. Attraverso Paola si effettua un vero e proprio scambio culturale. Ogni tanto lei si stacca dalla realtà di Sharm per trascorre qualche giorno con i suoi amici beduini, condividendone tempi e ritmi, apprendendone la cultura e assimilandone le tradizioni.
Nessuno meglio di lei quindi potrebbe descriverci come vivono il Ramadan queste popolazioni che pur vivendo a pochi chilometri dai resort per turisti, sono ai più assolutamente sconosciuti. Vivono nella calma e nel silenzio la loro semplice esistenza, fieri delle loro tradizioni, lontani dal consumismo e ancora capaci di gioire delle piccole cose. Siamo sicuri di essere più civili di loro?
Eccovi  quindi la testimonianza di Paola

Il vero significato della parola Ramadan spesso sfugge agli occidentali e agli appartenenti a religioni diverse da quella musulmana.
Ramadan è il decimo mese del calendario arabo ed è il mese dedicato alla Purificazione. Il mese in cui viene seguita una disciplina di preghiera e di vita più sentita, più spirituale e anche un pochino più ligia.

Secondo l’Isam i fedeli dovrebbero dedicarsi alla purificazione del corpo e dell’anima. Ed è per questo, che per un’intera fase lunare, dal sorgere al tramonto, il musulmano si astiene dal bere, mangiare, fumare, fare pensieri e azioni impure.Un voto a Dio, un dono alla sua benevolenza e perdono.

Il mese del Ramadan rappresenta anche un’occasione per le famiglie di sanare piccoli e grandi dissapori, per gli amici ritrovarsi nel cuore e tendere una mano verso l’altro.La beneficenza è prevista dal Corano, che invita tutti ad aiutare i poveri e i bisognosi.

Naturalmente, con questi precetti di digiuno e astinenza dall’alba al tramonto, la vita slitta in quasi la sua totalità.Questo avviene in modo particolare presso le tribù Beduine che vivono ancora in stretto contatto con la natura.

Il Ramadan inizia quando la prima falce della luna nuova appare in cielo (e che cielo!). Sin da quel primo momento, la vita per un mese assumerà un sapore diverso. Ci si corica all’alba, dopo una cena leggera e la preghiera, e si dorme il più a lungo possibile, cercando di ignorare i sempre più caldi raggi del sole. Chi è impegnato in un’attività lavorativa è un po’ meno fortunato, ma può godere di una lunga pausa nelle ore più calde.

Nelle tende e nelle casette in muratura si svolgono le normali attività di pulizia e accudimento di bambini e animali.

Prima del tramonto le donne iniziano a preparare la colazione, che si chiama Iftar, prevalentemente costituita da una deliziosa bevanda a base di latte e datteri che si chiama “tamr el laban”. Segue la preghiera e la cena a base di carne di capra o pollo, accompagnata da riso e verdure.

Gli ingredienti della cucina del deserto sono piuttosto limitati rispetto a quella mediterranea, ma i metodi di cottura tradizionali e la varietà delle ricette li valorizzano al massimo.

Dopo aver mangiato ci si riunisce accanto al fuoco e la vita sociale ha inizio, chi chiacchiera, chi suona, chi danza, chi, in disparte, prega.

Le famiglie si incontrano e si fanno reciprocamente visita donandosi dolcetti che verranno gustati insieme al buonissimo the beduino sapientemente aromatizzato con le erbe del deserto.

Durante il Ramadan, interi gruppi familiari si spostano anche per molti chilometri, per fare visita ai parenti più lontani e a quelli che vedono meno frequentemente.  E’ una festa per tutti, un ritrovo e un’occasione, come dicevamo, per stringersi la mano.

Un’ora prima della preghiera dell’alba, il muezzin, con quello che a noi sembra un canto, informa che il sole sta compiendo il suo tragitto e che presto sorgerà. Iniziano i preparativi del pasto fatto per affrontare la giornata che verrà consumato prima della preghiera. Dopo è di nuovo tempo di sistemare i tappeti, stendere le coperte al suolo, e coricarsi cullati dal tepore della terra.

Per un intera fase lunare si vive con lentezza, coltivando interiormente la sensazione di pace, praticando il digiuno e la fratellanza durante le lunghe giornate scandite dalle preghiere e dal sole.

Così come è iniziato, il Ramadan termina al sorgere del primo spicchio di luna lasciando “la scena” ad una grande festa, Eid el Fetr, che per tre giorni celebrerà la ritrovata purezza del cuore.


STAI PENSANDO DI CAMBIARE VITA?? CHE NE DICI DI UN BAR A NAAMA BAY?

Incredibile!!!! non ricordavo di aver pubblicato sul blog questa inserzione!!!!

Questo è il bar che mi sono comperato io e mi sono trasferito in Egitto!!!!

 

Vendo open bar a naama bay sharm

open bar nel centro di naama bay in zona di elevatissimo passaggio.
In una graziosa piazzetta tra numerosi negozietti.
Bar caffetteria frullateria gelateria.
Ottimo affitto con contratto triennale, buoni incassi giornalieri.
Motivo del vendesi: causa forzato rientro in Italia.
Disponibilità immediata.
Ottimo affare, prezzo trattabile

Antonio +2 019 9617724

LINK ALL’INSERZIONE ORIGINALE (fino a che non scade!)

PS: ricorda che nei giorni scorsi ho pubblicato il post inerente
la cessione di una gelateria artigianAle a Nabq

COMPRATI UNA GELATERA A NABQ

Nabq è la nuova località che sta sorgendo vicino a Sharm
Se te ne intendi di gelato, se vorresti cambiare vita, se… se… se…
potrebbe interessarti questa opportunità!
Di quel poco che so il valore dei macchinari supera di gran lunga la cifra richiesta!
E poi in Egitto si tratta sempre!!!!!

PS: se poi grazie a questo post combinate l’affare, contattatemi per la fornitura di gelato omaggio!!!!!

Causa l’urgenza di rientrare in Italia abbiamo ulteriormente abbassato la richiesta a 30.000 euro.
L’opportunità è imperdibile, a Sharm el Sheikh dove il turismo dura 365 giorni all’anno e splende sempre il sole; nella zona più esclusiva Nabq Bay dove si trovano più di 35 resort da circa 500 camere l’uno siamo attualmente l’unica gelateria artigianale della zona. Ci troviamo lungo la strada principale in un center che ospita diversi negozietti tipici locali, un caffè ed una pizzeria italiana con cui condividiamo un ampio spazio esterno. Disponibilità di circa 40 posti a sedere. La cucina è equipaggiata esclusivamente di macchinari italiani importati. Tutti i mobili sono in acciaio Inox. La nostra attrezzatura:
– un pastomantecatore Trittico 610
– un pastorizzatore da 60lt
– doppia vetrina-freezer ISA (30 gusti in totale)
– un freezer 600lt negativo da stoccaggio
– un freezer 600lt positivo
– un abbattitore di temperatura da 5 vaschette
– tavoli da lavoro in acciaio, lavello e mobili in acciaio
– 42 vaschette in acciaio
– un frullino
– un montapanna da 2lt
– bilance, frullatore ad immersione ed utensili vari
– un granitore a 3 campane
– una scultura pubblicitaria esterna in vetroresina alta 150 cm
– un depuratore per l’acqua del rubinetto
– un climatizzatore da 2cv e un quarto
– più altre attrezzature che riceverete a contratto con i fornitori di zona (macchina del caffè, vetrina frigo per bibite, ecc)
Includiamo anche le nostre ricette per il gelato (il migliore di tutta Sharm!).
Ci teniamo a precisare che stiamo vendendo solo per seri problemi familiari che ci costringono a rientrare in Italia in tempi brevissimi. Da nessun’altra parte con una cifra così si ha già tutto il necessario per produrre gelati e cucinare tutto quello che si vuole immediatamente in un locale veramente carino e molto accogliente. Per qualsiasi altra info o foto contattatemi. PER FAVORE ASTENERSI PERDITEMPO.
Tel: (002) 0190834203
(002) 0196028483
Email: obis01@tiscali.it

LINK DIRETTO ALL’INSERZIONE

SE IN VACANZA VUOI DEDICARTI AL RELAX E AL BENESSERE PERSONALE E FISICO

L’appuntamento con le vacanze per molti è sinonimo di trasgressione,discoteca, alcool, stravolgimento degli orari. Prerogativa soprattutto degli under 30! Poi, nella maggior parte dei casi, ci si calma un po’ e la vacanza assume significati diversi, per moltissimi è un periodo nel quale dedicarsi un pochino a se stessi. Dalla semplice e rilassata lettura di un libro che non si riesce a leggere durante l’inverno, a settimane dedicate alla cura del proprio corpo e della propria mente.

Chi fosse interessato a questo tipo di vacanza, a Sharm trova quello che fa per lei/lui.
Basta sapere dove cercare, e ancora una volta sono contento di fornirvi informazioni e contatti per trasformare la vostra vacanza in un percorso assolutamente coinvolgente e fuori dagli schemi. Complici il deserto, il silenzio, la sensazione del sole caldo sulla pelle, il mare, le stelle….. in una parola, la magica natura del Sinai.

Questo post è frutto di un fitto scambio di telefonate e di mail tra me e Paola, persona che ho veramente apprezzato per la sua schietta semplicità e per la sua naturalezza.

Con piacere quindi riporto a voi il frutto di questa nuova conoscenza.
Non essendo un tuttologo ma solo un povero blogger, ho dovuto farmi condurre da Paola alla scoperta delle discipline olistiche che non conoscevo assolutamente. Credo che molti di voi ne sappiano molto ma molto più di me e sicuramente sapere che in Sinai, a Sharm, c’è una persona come Paola sia un’informazione di cui faranno tesoro. Per chi si è già avvicinato a queste discipline, il poter vivere questa esperienza nel deserto, condotti da un’italiana che ha fatto di queste tematiche una precisa scelta di vita, potrebbe essere un’esperienza indimenticabile.
Per chi invece ancora non ha avuto l’opportunità di conoscere di persona queste tecniche, e dalla vacanza cerca soprattutto un momento di relax e di benessere corporeo e mentale, questa potrebbe essere un’occasione impareggiabile per avvicinarsi.

Ecco quindi la presentazione di Paola:

Il Sinai è da sempre una terra ad alto contenuto di spiritualità, dai templi sotterranei risalenti all’epoca dei Faraoni al più “moderno” Mosè, dagli albori della Cristianità fino ad oggi questa terra attrae persone spirituali, legate cioè a qualcosa di superiore che tocca e guida le loro anime.

Oggi l’uomo sembra avere in parte dimenticato questo aspetto del Sinai ponendo maggiore attenzione all’industria turistica e del divertimento. Tuttavia c’è ancora chi viaggia in questa Terra per ragioni più intime, come ritrovare un vero contatto con la natura ed una più forte unione con il proprio spirito, la propria anima.

Da anni mi occupo professionalmente di meditazione e medicina olistica e con molta passione, organizzo nel Sinai corsi e seminari di Realizzazione Personale e Autoguarigione, con l’intento di offrire un punto di riferimento alle persone interessate a queste discipline

Amo questa terra così come amo contribuire e supportare la crescita e la guarigione spirituale di chi si rivolge a me.

Ricevo individui e piccoli gruppi in bellissime spiagge sul mare, nelle oasi o tra le più magnetiche montagne rocciose dove si svolgono trattamenti olistici, lezioni di auto guarigione e veri e propri corsi intensivi di realizzazione personale.

I seminari sono anche itineranti: soluzione molto affascinante che associa l’esperienza spirituale alla visita degli angoli più magici e affascinanti di questa penisola.

Chiunque sia interessato ad avere maggiori informazioni, partecipare ad un seminario, prenotare rigeneranti sedute di Reiky o rilassanti massaggi Ayurvedici può contattarmi ai seguenti recapiti:
paolasole@msn.com  oppure +20103972581

Paola, che gode della fiducia di siti e di agenzie di viaggio, sarà felice di rispondere alle vostre domande e, su richiesta, aiutarvi ad organizzare voli e prenotazioni alberghiere.

MERCOLEDI’ 4 AGOSTO SERATA AL EL FANAR DI SHARM

NON PERDETEVI QUESTO MERCOLEDI’ 4/8 A EL FANAR SERATA DA PAURA!!!!!!!!!!IN CONSOLE DIRETTAMENTE DA RADIO DEEJAY I MITICI DEELAY ALEX FAROLFI E PAOLINO ROSSATO, DJ SET SPETTACOLARE

OSPITE DELLA SERATA DIRETTAMENTE DALL’ISLOLA IL BIONDISSIMO FEDERICO MASTROSTEFANO

UN BUON CORNETTO? UNA BRIOCHES? A NAAMA ADESSO SI PUO’

Se di colpo hai voglia di una brioche come solo italiani e francesi sanno fare, da oggi a Naama Bay la trovi! Ha aperto da qualche giorno la Cornetteria Blue Moon, a Naama Bay, nei pressi del Jolie Ville.

Qui potrete degustare tanti prodotti tipici della tradizione napoletana ed inoltre cornetti, brioches, creps, krapfen, torte e pizze…. tutti prodotti rigorosamente italiani!!!

SPRITZ E PROSCIUTTO DI PARMA A SHARM

Sorseggiare spritz mangiando un tagliere di prosciutto crudo di Parma. Un vero miraggio nei paesi musulmani, come l’Egitto, dove bisogna stare attenti a ogni cosa, soprattutto al ghiaccio, per evitare di essere colpiti dalla «maledizione di Tutankamon».
Ma da qualche mese è diventato possibile, almeno a Sharm el Sheikh, a pochi passi dalla via principale di Naama bay, su Peace road, al bar «L’inkontro». «Fara 1 one» è infatti un ragazzo italo-egiziano che dopo aver vissuto per qualche anno tra Forlì e Cervia, dove si è sposato e ha avuto un bambino, è tornato a Sharm per avviare una sua attività. Ed è straordinario vedere un viso egiziano che parla tranquillamente con l’accento romagnolo, mentre serve taglieri di salumi e aperitivi tipicamente italiani. «Sono italo-egiziano, abitavo a Castrocaro Terme – racconta «Fara 1 one» -. Gestivo uno stabilimento balneare a Pinarella di Cervia, che avevo chiamato bagno «Il faraone». Ho lavorato anche in vari bar a Cesena e in un autogrill sull’autostrada E45. «Non contento ho viaggiato molto per l’Emilia Romagna, passando per Modena, Parma e innamorandomi dei sapori della cucina italiana. Insomma, ho imparato con l’esperienza cosa piace alle persone italiane, non solo in termini di gusto ma anche di servizio. Poi, però, sono tornato in Egitto: ho fatto la guida turistica a Sharm el Sheikh, dove vivo adesso, ma presto ho deciso di aprire un mio bar dove proporre cose buone agli italiani, che quando arrivano sul Mar Rosso sono sempre un po’ spaesati…

«Infatti ho voluto rendere il mio locale anche un punto dove chiedere informazioni, perché si sa, sul Mar Rosso bisogna stare attenti a chi rivolgersi per le varie escursioni. Purtroppo, molti turisti vengono truffati per la loro buona fede. E non lo trovo giusto. Mi ritengo sempre disponibile, semplice come persona e provo a dare il meglio alla gente: voglio che si trovino bene a Sharm e ci possano tornare con il sorriso».  «In fondo io mi sento un po’ italiano e un po’ egiziano e vorrei che anche nel quotidiano gli italiani si trovassero bene in Egitto quanto me. E la gente mi ricambia con il suo affetto: in un anno di attività ho conosciuto tantissimi italiani che tutt’ora mi scrivono, anche grazie a Facebook». Ma Fara1one non si accontenta di prodotti italiani. Sceglie sempre il meglio. «Vengo in Italia spesso e ogni volta faccio la spesa come voglio io – spiega il gestore -. Ad esempio, passo sempre per Parma per fare la scorta di prosciutto crudo e salame, che poi va a ruba tra i miei clienti a Sharm. E’ difficile trovarlo qui in Egitto: per i musulmani è peccato toccare carne di maiale. Quindi, per avere prodotti di prima qualità, devo venire a prenderli direttamente.  Mi fermo a Parma per i salumi e per il parmigiano, in Piemonte e in Veneto per i vini (il prosecco va a ruba). E la cosa che mi rende felice è vedere che c’è molta gente che apprezza i miei sforzi: molti italiani, dopo una giornata di mare, vengono a farsi l’aperitivo da me. Anche perché oltre al cibo e ai cocktail si può comodamente vedere la tivù italiana, prenotare escursioni in lingua italiana… Insomma, un servizio a 360 gradi». (di Caterina Zanirato – Gazzetta di Parma)

I TRONISTI DI UOMINI E DONNE A EL FANAR MERCOLEDì

Mercoledì 21 luglio il locale El Fanar ospita i tronisti di Uomini e Donne.

Per arrapate, smandrillate, teledipendenti, cacciatrici di autografi, e per tutti quelli che desiderano una serata diversa e piena di musica!

Buon divertimento!

STAMPA LE TUE FOTO IN EGITTO PRIMA DI PARTIRE

Fino a qualche anno fa le foto si misuravano a rullini! Da una vacanza si tornava a casa con 3 o 4 rullini. Poi se non si era fotografi provetti si facevano stampare i “provini” praticamente dei francobolli, e dai provini si sceglieva quali e quante foto stampare. Già comperare i rullini era una bella spesa!

Mi sembra di essere antico, invece si parla solo di qualche anno fa!
Oggi tutti hanno una macchina digitale. Più o meno pixelata, più o meno performante, con schede più o meno capienti. Le foto non si stampano più, si vedono al pc, nei telefonini, si mandano via mail, si postano nel web. Lo zio d’America può vedere le foto che hai scattato ai pesciolini del Mar Rosso prima che a te si sia asciugata la testa!

Centinaia e centinaia di scatti, spesso differenti tra loro solo perchè un improvviso soffio di vento ha mosso una ciocca di capelli! Chissenefrega, è gratis! Le fai e le cancelli, e le rifai, le copi, le inoltri, le scarichi. Gratis! Porca miseria, una volta fotografare era quasi un lusso, tra costo del rullino, dello sviluppo, della stampa!
E finchè non tornavi dalla vacanza non sapevi come erano venute! Altro che schermo a colori per rivederla e rifarla nel caso non ti piaccia! Quante incazzature quando dopo la 36° foto caricavi e riuscivi a farne ancora una, e poi ancora una e poi ancora una!!! E allora capivi di aver sbagliato qualcosa nel mettere il rullino! 36 scatti pensati e sofferti, svaniti nel nulla! Quello scorcio! Quel monumento che abbiamo visto ieri! Le foto dell’alba!!!! Che faccio, ci torno domani di nuovo??? E il giocoliere che abbiamo incontrato ieri sera??? Chi lo incrocia più! Vere e proprie crisi di nervi!!!!!

Mi ricordo che dal mio primo viaggio in Marocco (un mese con la Panda!!!)  fatto in luglio tornai con una trentina di rullini. Li portavo a sviluppare a due alla volta e le ultime stampe le ritirai sotto Natale. Ci voleva un mutuo per stampare 30 rullini!!! Per risparmiare molti facevano le diapositive. Per vederle bisognava mettere in ballo una serata! Monta lo schermo, tira fuori il proiettore, regola il fuoco, metti un libro sotto il piedino sinistro, sposta la testa che invadi lo schermo, spegni le luci, chiudi le tapparelle!!!!!! Però quanti ricordi!!!!

Beh, tutta sta sviolinata per dirvi che ora siete fortunati. Le foto sono gratis. Delle 12.678 foto che fate in una settimana se ne salvano una ventina. Una ventina vi fanno sussultare, vi fanno esclamare “Cazzo che bella foto! Ma che fotografo sono??” dimenticando le 12.000 sfocate anche con la macchina autofocus, inquadrature pessime, nessuna prospettiva! Si, lo ammetto, sono invidioso. Invidio la facilità con cui si fanno le foto oggi! Vi invidio perchè mi sono fatto un mazzo così per imparare a fare foto decenti e oggi chiunque ha 200 euro compera una macchina che fa pure il caffè!
Reflex?????? Un pianeta a parte. Grandangoli e zoom comperati svenandoci, flash sincronizzati e esposimetri. Il 28mm comperato nei negozi ebrei a New York, lo zoom comperato facendo una specie di lista nozze per il compleanno! Sembra di parlare del secolo scorso!

Bene, se sei arrivato a leggere fin qui hai vinto una dritta. Le famose 20 foto super che sei riuscito a fare fattele stampare in Egitto formato manifesto 6×3, quello delle affissioni stradali. Nella stampa delle foto o gli egittici sono fusi o gli italiani sono dei ladri! Quello che in Italia stampi con 10 euro in egitto lo stampi con 10 pound!

Ci sono parecchi negozi dove stampano. Io vado sempre a Old Sharm, entrando dalla prima porta il secondo negozio della seconda strada a sinistra!

Altro consiglio: non buttare soldi per le macchinette sub usa e getta. Vanno ancora col rullino e non ci sei abituato! E ti assicuro che anche fotografi sub professionisti fanno veramente fatica a tirarne fuori due o tre scatti decenti!

Scusami per la lungaggine! Ma essendo invidioso dovevo farti soffrire un po’!

CERCASI ANIMATORI A SHARM E MARSA ALAM

[pubblicato il 30 Giugno 2010]
Risposta a: vapose.gerru@mesamail.com
Contatto telefonico:0640408435
Quartiere/zona:TUTTA ITALIA
Nome azienda:Eventi & X-Village
EVENTI & X-VILLAGE ricerca tutto l’anno ragazzi estroversi, dinamici e motivati da inserire nei suoi villaggi.
I selezionati entreranno a far parte dei nuovi Team che lavoreranno, nei villaggi turistici in Italia ed Estero con partenze tutto l’anno.
Le nostre destinazioni annuali sono: Egitto, Zanzibar Mauritius, Spagna, Tunisia, Grecia, Turchia ed Italia.

I requisiti richiesti sono: età compresa tra i 18 ed i 35 anni, disponibilità a trasferimenti per lunghi periodi, conoscenza almeno di una lingua straniera.

Ulteriori requisiti: entusiasmo, umiltà, educazione, rispetto delle gerarchie, disponibilità, intraprendenza, buona dialettica, cultura media, spirito di adattamento e coinvolgimento, passione e tanta voglia di mettersi in gioco!

Prospettive lavorative: crescita professionale ed economica, girando il mondo.

Figure ricercate:
Tecnici dello spettacolo (coreografi, ballerini, costumiste, scenografi, tecnici suono/luci, dj).
Musicisti/pianobar con un ampio repertorio italiano e straniero.
Animatori di contatto spigliati e simpatici.
Hostess di bella presenza.
Istruttori sportivi qualificati (canoa, fitness, spinning, tennis, tiro con l’arco, vela, windsurf).
Addetti all’infanzia (mini e junior club).

Cosa aspetti!!! Contattaci!!!

Tel: 06/40.40.84.35
Sito: http://www.eventionline.com
Mail: info@eventionline.com
MSN: danisa.eventi@hotmail.it
SKYPE: eventi.animazione
FACEBOOK: Eventi Animazione

‘NA TAZZULELLA E CAFE’

Gli italiani all’estero sono famosi per non saper rinunciare alla propria cucina!
A Sharm cercando potete trovare di tutto e di tutte le qualità! Se siete fortunati potete anche trovare gli spaghetti al dente. Non voglio però parlarvi di spaghetti e agnolotti, ma del caffè!

Partite tranquilli, in molti bar e solitamente ben visibili, troverete le mitiche macchinette della Lavazza che offrono un caffè sicuramente all’altezza dei palati italiani. Una macchina italiana che a Sharm spopola garantendo un vero caffè di gusto italiano!

E se preferite il caffè arabo……… fatti vostri!!!