NILOMETRO: L’ALTEZZA DEL FIUME PER CALCOLARE LE TASSE

Uno degli strumenti arrivato fino a noi (oltre alle piramidi )  è il Nilometro, una struttura , (solitamente scale o pozzi), usata nell’antico Egitto per misurare l’altezza delle piene del fiume Nilo determinandone  il livello e poter così prevedere gli andamenti dei raccolti.

La particolarità del Il Nilo non forniva solo acqua ma anche il  fertilizzante contenuto al suo interno: il Limo. Ricco di sali minerali  rendeva il terreno molto fertile e  i contadini potevano piantare i loro prodotti e sfamarsi per l’intero anno.

Il Nilometro misurava la quantità di limo e quindi  la quantità di cibo.  Possiamo dire che  lo splendore dell’ antico Egitto è da collegare al prezioso limo. E che in base alle risultanze fornite dal Nilometro, venivano applicate direttamente le tasse, il che ci indica quanto fosse accurato quello strumento. Ad una data quantità di acqua corrispondeva un livello di irrigazione dei campi e da qui una previsione molto accurata dei raccolti che ne sarebbero derivati