UNA FOTO AL GIORNO: LE PIRAMIDI DALLO SPAZIO

Una delle poche opere dell’uomo visibili dallo spazio, sono le Piramidi della piana di Giza!

Ma vi siete mai chiesti come potrebbero vedere gli extraterrestri queste sbalorditive costruzioni??

Clicca più volte sull’immagine, fino a vederla in alta risoluzione! E’ impressionante!!!

Le Piramidi della piana di Giza viste dallo spazio

4° CLASSIFICATO: IL TRAMONTO DALLA PIANA DI GIZA

Rientra nella classifica dei 10 tramonti più belli del mondo
quello visibile dalla piana di Giza!

Il tramonto egiziano si è classificato al quarto posto, battuto nell’ordine da Santorini, Taj Mahal e Parco del Serengheti.
Se vuoi vedere i 10 tramonti più belli, clicca qui

ANDREA BOCELLI CANTA ALLE PIRAMIDI DI GIZA

Andrea Bocelli, uno dei più famosi italiani di sempre (solo lui e altri 6 italiani hanno l’onore di avere la stella sul famoso marciapiede della Hall of Fame di Hollywood!) si esibirà di nuovo di fronte alle maestose Piramidi di Giza.

Il web è pieno di comunicati stampa nei quali si annuncia che Barbara Monte duetterà con Andrea Bocelli!
Non sono un melomane ma credo quanto meno bizzarro mettere prima lei e poi lui!!!
Un po’ come dire che Arisa duetterà con Liza Minelli!!!! ehehehe

Comunque, il grande Andrea Bocelli sabato 25 settembre si esibirà di fronte alle immense Piramidi della piana di Giza!
Spettacolo imperdibile per chi si può permettere una puntata al Cairo.

Ma le speranze non vanno perdute: il 30 settembre Andrea si esibirà in Piazza del Duomo a Milano!
Un’occasione proprio alla portata di tutti!!

IL ROBOT DEL FUTURO PER SCOPRIRE I SEGRETI DEL PASSATO

Un gruppo di tecnici dell’università di Leeds sferra “l’attacco decisivo” ai segreti della piramide del faraone Cheope.
L’arma segreta dell’equipe britannica, che lavora in collaborazione con il Consiglio Supremo delle Antichità egiziane, sarebbe un piccolo robot chiamato Djedi.
L’automa prende il nome dal mago che Cheope consultò durante la progettazione della piramide. Djedi dovrà oltrepassare le porte che sigillano i condotti irradianti dalla Camera della Regina e provare a svelarne il mistero.
La Piramide di Cheope a Giza, anche detta Grande piramide, è l’unica delle sette meraviglie del mondo antico che sia giunta sino a noi, nonché la più grande piramide egizia e la più famosa piramide del mondo. È la più grande delle tre piramidi della necropoli di Giza, vicino al Cairo in Egitto. Fu costruita intorno al 2570 a.C. ed è rimasta l’edificio più alto del mondo per circa 3800 anni.
Si suppone sia stata eretta da Cheope (Horo Medjedu) della IV dinastia dell’Egitto antico come monumento funebre. Al suo interno, come in molte altre sepolture dell’antico Egitto, saccheggiate dai violatori di tombe già nell’antichità, non è stata trovata alcuna sepoltura e ciò ha generato un elevato numero di teorie, circa la possibilità che le piramidi possano non essere monumenti funebri. Tali teorie restano, però, ancora prive di fondamento.
L’attribuzione della grande piramide a Cheope è deducibile dalla concordanza dei rilievi archeologici con i dati storici disponibili, costituiti dai libri dello storico greco Erodoto.

A NOVEMBRE IN EGITTO CON GLI EGITTOLOGI

Dal 15 al 23  novembre hai la possibilità di visitare l’Egitto accompagnando degli egittologi.
Organizzatore del viaggio è Diego Baratono, studioso di egittologia, e autore del trattato “Le abbazie e i segreti delle Piramidi”. Da una decina di anni ha avanzato l’ipotesi che esista una seconda Sfinge rivolta al tramonto del sole (quella esistente è rivolta a guardare il suo sorgere)

A supporto di questa sua teoria la stele di Tutmosi IV che vede due sfingi rivolte in opposte direzioni Immagine a lato)

Interessanti anche le sue teorie secondo le quali le piramidi furono costruite grazie a dei terrapieni.

EGITTO

L’Egitto dei Faraoni e di Alessandro Magno
Un affascinante viaggio lungo il Nilo della civiltà faraonica

( Luxor, Karnak, Abu Simbel, la Valle dei Re …) sino al Cairo e alla piana di Giza

Con le imponenti Piramidi e la Sfinge misteriosa… terminando con Alessandria, Faro della cultura del mondo ellenistico-romano. Con la partecipazione straordinaria del Dott Diego Baratono studioso e ricercatore appassionato dei misteri del mondo egizio

Con la partecipazione della Prof.ssa Gabriella Malaguti

Per informazioni dettagliate e per prenotazioni, il link di seguito riportato ti connette direttamente al blog di Diego Baratono e in particolare alla pagina descrittiva del viaggio. Avrai così la possibilità di leggere gli articoli da lui redatti, avvicinarti a comprendere le sue teorie e lo stile del personaggio

Se decidi di vivere questa avventura non dimenticarti di regalare la tua testimonianza a questo piccolo blog al tuo ritorno

ECCO IL LINK

UN LIBRO SOTTO L’OMBRELLONE: IL MISTERO DI ORIONE DI R. BAUVAL

Le piramidi d’Egitto, una delle sette meraviglie del mondo antico, uno dei più grandi enigmi della nostra storia.
Perché gli Egizi le costruirono?
Perché così imponenti e con tale precisione tecnica?
Perché sparse nel deserto?
Dopo dieci anni trascorsi a studiare i Testi delle piramidi, Robert Bauval ha individuato la chiave d’interpretazione del progetto che è alla base della costruzione delle piramidi, svelando così un mistero rimasto sepolto per migliaia di anni. Se non conosci ancora le teorie di Bauval nel post di seguito puoi seguire un bel documentario trasmesso su Voyager

LE PIRAMIDI E LE STELLE DELLA CINTURA DI ORIONE: LA TEORIA DI BAUVAL

Un bellissimo documentario di Voyager, straordinaria trasmissione della Rai condotta da Roberto Giacobbo.

Vengono presentate con dovizia di particolari le affascinanti teorie proposte da Robert Bauval, il quale sostiene che le piramidi e la sfinge siano state costruite in base a particolari allineamenti con le stelle, in special modo le stelle della cintura di Orione. La sua teoria è stata presentata nel 1994 nel best seller “Il Mistero di Orione”.
Molto interessante e convincente, anche se le sue teorie non vengono per ora accettate dall’egittologia ufficiale. Nasce la professione di Archeoastronomo, ossia lo studioso che studia la posizione che le stelle avevano nel passato.

Il filmato completo è composto di 6 parti. Al termine di ogni sezione appare direttamente la finestra che ti permette di vedere la parte successiva.

Come sempre, buona visione!

IL DIO OSIRIDE ERA UN ALIENO? I MISTERI DEL KGB IN EGITTO

In piena Guerra Fredda, un gruppo di scienziati russi, sotto la copertura del KGB, si recò a Giza per effettuare alcuni studi sulle piramidi. Anche loro pervennero alla conclusione della corrispondenza dell’allineamento delle piramidi con le stelle della cintura di Orione. Anche loro retrodatarono la costruzione delle piramidi al 10.500 a.C.
Ma pare che i russi abbiano ritrovato all’interno della grande piramide la mummia di un alieno. E sembra che abbiano ritrovato la leggendaria camera della conoscenza, nella quale sono custoditi i segreti che ci hanno lasciato i visitatori provenuti dalla spazio.
Quanto c’è di vero? L’unica cosa certa è che le piramidi non finiscono mai di stupire e di dar vita a storie e leggende assolutamente appassionanti!

RE BULL X-FIGHTERS 2010. CHE SPETTACOLO IN EGITTO!!!

Guardate questi filmati della seconda tappa del Red Bull X-Fighters 2010. A soli 6 Km dalla capitale dell´Egitto, sulle rive del Nilo, con lo sfondo delle piramidi e delle sfingi, in uno dei luoghi più suggestivi del pianeta, il 14 Maggio i migliori Freestylers del pianeta si sono affrontati per la seconda prova dei Red Bull X-Fighter 2010…

Il favorito per la seconda tappa del Red Bull X-Fighters 2010 in Egitto era sicuramente lui Robbie Maddisson, quello che ha saltato sul ponte di Londra al Tower Bridge nel 2009, che ha saltato in Grecia il canale di Corinto.

Di fronte all’affascinante Sfinge di Giza in Egitto, il rider americano Adam Jones ha distrutto i sogni di vittoria dei suoi sfidanti. Nella finale del secondo round del Red Bull X-Fighters Jones ha tirato fuori dalla manica i suoi assi vincenti ed  è riuscito a superare il norvegese Andrè Villa, vincitore della prima tappa del tour a Città del Messico. Dopo la tappa Egiziana il Red Bull X-Fighters 2010 si sposterà a Mosca, Madrid, Londra ed infine a Roma.

Gli appassionati sicuramente seguiranno le prossime tappe, ma lasciate a noi neofiti il gusto di ammirare queste incredibili evoluzioni fatte con le moto, avendo come irripetibile sfondo la sfinge e le piramidi illuminate nella notte egiziana. Mentre gli appassionati si concentreranno sulla precisione delle figure acrobatiche, noi inesperti ci soffermeremo su cartoline che vedono una moto e il suo pilota sfrecciare in volo ammirato persino dalla sfinge!

Due filmati simili ma differenti per ammirare questo irripetibile spettacolo!
Un immenso grazie agli organizzatori che ci regalano immagini uniche!